Lunedì 23 Settembre 2019 - Anno XVII
Não de Manila, la nave delle ricchezze

Não de Manila, la nave delle ricchezze

Cosa unisce il relitto del galeone “Nuestra Señora de la Concepciòn”, schiantatosi nel 1638 sulle scogliere coralline dell’isola di Saipan nel Pacifico, ai mobili laccati dei "Gabinetti Cinesi" di molti palazzi europei?

Messico: sulle tracce del Galeone di Manila

Taxco, cattedrale di Santa Prisca
Taxco, cattedrale di Santa Prisca

Ad Acapulco, lo storico forte di San Diego, edificato nel 1616 per proteggere l’unico porto spagnolo del Messico sul Pacifico. Inoltre ancora oggi ogni novembre si svolge una fiera chiamata Nâo de China, che commemora il galeone di Manila, con spettacoli teatrali e mostre d’arte orientale.
A Taxco, la splendida cattedrale di Santa Prisca è legata alla incredibile fortuna di Don Josè de la Borda, gentiluomo francese trasformatosi in uno degli uomini più ricchi delle Americhe dalla caduta del suo cavallo, letteralmente inciampato su una vena d’argento. Uomo molto pio, Don Josè pensò di sdebitarsi con il buon Dio regalando a Taxco una cattedrale; “Dios da a Borda, Borda da a Dios”.
Taxco è inoltre famosa anche per la lavorazione dell’argento, con più di trecento laboratori specializzati.
A Città del Messico, la Casa del Risco, Plaza san Jacinto, Coyoacàn. Nel patio c’è una bella fontana incrostata da piatti cinesi, una delle ultime tracce visibili dell’epopea della Nâo de China. Da non perdere anche museo dedicato all’arte coloniale e particolarmente alla storia della ceramica messicana: Museo Franz Mayer, Avenida Hidalgo sul lato nord dei giardini di Alameda.

Informazioni turistiche

Ente messicano per il turismo
Via Barberini 3, Roma, tel. 06 4872182, 06 4827160
www.visitmexico.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA