Domenica 15 Settembre 2019 - Anno XVII
Lleida e il campanile dell’antica Cattedrale

Lleida e il campanile dell’antica Cattedrale

Massima attrazione del turismo locale. Nella cittadina catalana, la Seu Vella sorge su una collina, sul fiume Segre, con una vista completa sulla pianura circostante, a nord i Pirenei.
Una visita meritano il Museu de Lleida, Diocesà i Comarcal e della monumentale Lotjia, Palau de Congressos e Teatre

Seu Vella, l'antica cattedrale
Seu Vella, l’antica cattedrale

Tra i tanti modi di viaggiare preferisco l’automobile, facilitante un turismo, sì, più costoso, che però ti permette di muoverti come quando dove vuoi e di portare a casa con facilità ciò che più ti è piaciuto acquisire durante il viaggio (artigianato, prosciutti, libri, vini) senza essere palpeggiato né subire l’onta di mostrare le tue parti intime ai voyeurs addetti ai nuovi e tanto chiacchierati marchingegni aeroportuali.

E dato che a Madrid, in auto, mi sarò recato almeno una trentina di volte, eccomi – mentre visito la Seu Vella, antica cattedrale di Lleida, capoluogo della provincia più occidentale della Catalogna – pervaso dalla voglia di flagellarmi per non avervi mai compiuto una deviazione. Oltretutto di tempo ne avrei perso assai poco, datosi che chi percorre l’Autopista Barcelona–Zaragoza non fatica più di tanto per scorgere il campanile del citato monumento.

Voli diretti Milano-Lleida con Ryanair

Il moderno aeroporto della città
Il moderno aeroporto della città

Ma l’assoluzione da questa colpa (un reato che un ‘codice turistico’ definirebbe ‘omissione di bei posti da vedere’) mi giunge prontamente nel prosieguo della gita-stampa nella Catalunya voluta e organizzata dalla balda Cristina Gargallo, plenipotenziaria del Turismo catalano nel Belpaese, in occasione dell’apertura dei voli Ryanair Milano–Lleida. (E a proposito della compagnia aerea irlandese, breve inciso, si dica pure tutto il male che si vuole ma sia nel contempo anche lodata perché con tutti quei voli che opera fa volare e quindi fa vedere il mondo a gente che fino a pochi anni fa si guardava bene dall’oltrepassare i confini della Val Seriana o dell’Oltrepò pavese).

I segni della storia

Seu Vella di notte
Seu Vella di notte

Ma la vera protagonista della Lleida ‘antica’, nonché massima attrazione vantata dal turismo locale, è la Seu (cattedrale) Vella (vecchia), eretta su una collina in posizione tanto strategica (sul fiume Segre, vista completa sulla pianura circostante, a nord i Pirenei) da far pensare che l’uomo vi si insediò fin dalla sua comparsa. E se la preistoria nasconde sempre qualche momento oscuro, si sa di più sugli ultimi 25 secoli della località, divenuto la celtibera Iltirda, poi la romana Ilerda, indi l’araba Larida (i Moros vi restarono 4 secoli) e infine l’attuale Lleida in catalano (e Lerida in spagnolo o ‘castellano’ che sia). E se proprio non si rischia l’incolumità (sto ovviamente scherzando), pronunciare la parola Lerida con un catalano doc può costare una miniperdita di simpatia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA