Domenica 3 Luglio 2022 - Anno XX
Francesca da Rimini, il desiderio e l’amore

Francesca da Rimini, il desiderio e l’amore

L’immagine dell’eroina del canto quinto dell’Inferno di Dante resta sempre d’attualità. Rimini rievoca il mito di Francesca dedicandole alcune giornate di studio aperte a tutti. Si parlerà di “desiderio” tra letteratura, teatro, musica e cinema

Immagine guida del convegno 2013 tratta da Franz von Bayros, Francesca da Rimini, illustrazione per Dante Alighieri, Die Gottliche Komidie, Lipsia e Vienna, 1921.
Immagine guida del convegno 2013 tratta da Franz von Bayros, Francesca da Rimini, illustrazione per Dante Alighieri, Die Gottliche Komidie, Lipsia e Vienna, 1921.

 

«Amor, ch’al cor gentil ratto s’apprende,

prese costui de la bella persona

che mi fu tolta; e ‘l modo ancor m’offende.


Amor, ch’a nullo amato amar perdona,

mi prese del costui piacer sì forte,

che, come vedi, ancor non m’abbandona.


Amor condusse noi ad una morte.

Caina attende chi a vita ci spense.»

Queste parole da lor ci fuor porte.

 

Dante Alighieri, Inferno V, 100-108

Desiderio… bruciante e irrinunciabile

Eleonora Duse nelle vesti di Francesca da Rimini. Fotografia in Gabriele D'Annunzio, Francesca da Rimini, translated by Arthur Symons, New York, Fredrick A. Stokes, 1902.
Eleonora Duse nelle vesti di Francesca da Rimini. Fotografia in Gabriele D’Annunzio, Francesca da Rimini, translated by Arthur Symons, New York, Fredrick A. Stokes, 1902.

Chi può dimenticare questi versi. La tragica e mitica vicenda di Paolo e Francesca permane nell’immaginario di ognuno di noi, richiamando sentimenti che spaziano dal desiderio amoroso alla tentazione punita con l’assassinio degli amanti. Si intitola proprio Burning Desire, Desiderio bruciante, il programma del settimo appuntamento internazionale indetto per discutere e riflettere sul significato, il valore e i valori del mito dell’eroina riminese. La settima edizione delle Giornate internazionali Francesca da Rimini indagherà e racconterà ad appassionati e curiosi la poliedrica figura femminile sotto la lente dei desideri e delle visioni tra letteratura, teatro, musica e cinema. La partecipazione agli eventi in programma dal 20 al 22 settembre è libera e gratuita. Quest’anno, nuovamente a Rimini dopo il convegno 2012 che si è tenuto alla University of California di Los Angeles, a confrontarsi saranno studiosi di diverse discipline (storia, letteratura, teatro, musica, arti figurative) provenienti da istituzioni e università europee, americane e australiane, per arricchire con i loro contributi la conoscenza di questo straordinario fenomeno della cultura moderna. L’esperienza maturata nelle edizioni precedenti, l’interesse e il plauso del pubblico e degli studiosi e la collaborazione di istituzioni internazionali, hanno permesso di progettare l’evento 2013 potenziando le caratteristiche che hanno determinato il successo del passato: qualità dei contenuti, internazionalità, multidisciplinarità.

“Quali colombe dal disio chiamate…”

Tancredi Scarpelli illustrazione per la copertina di Epaminonda Provaglio, Francesca da Rimini, Romanzo storico drammatico, Firenze 1953. Particolare.
Tancredi Scarpelli illustrazione per la copertina di Epaminonda Provaglio, Francesca da Rimini, Romanzo storico drammatico, Firenze 1953. Particolare.

L’edizione 2013 degli incontri riminesi dedicati a Francesca avrá come linea guida il tema del Desiderio, a partire dai versi danteschi “Quali colombe dal disio chiamate…” che è l’inizio dell’episodio di Francesca nel canto V dell’Inferno, ma anche di una delle più emozionanti storie mai raccontate. Un episodio che ha attraversato la musica, il teatro, il cinema, le arti figurative, il romanzo. Ognuno di questi media ha, di fatto, messo in scena lo stesso motivo con mille varianti: la storia di un desiderio realizzato, sia pure a costo della vita, di un desiderio irrefrenabile e quasi voluto dal destino. Desiderio, quindi, è parola-chiave nella riflessione su Francesca e Paolo e sulle figure letterarie che da essi hanno ispirazione. Continuando una tradizione ormai consolidata, quest’anno il convegno su Francesca proprio di questo si occuperà: di come, dal Medioevo a oggi e non solo con le parole, si è rappresentato il desiderio, la forza irresistibile che ci prende e ci appassiona, e sempre ci commuove. Programma e maggiori informazioni su www.francescadarimini.it.

(11/09/2013)

© RIPRODUZIONE RISERVATA