Sabato 20 Luglio 2024 - Anno XXII

Sul golfo di Trieste omaggio a Rilke

Del poeta, che fu ospite al castello di Duino nel 1912, vengono esposte fotografie, manoscritti, versi e lettere. Il principe Carlo della Torre e Tasso ha inagurato la rassegna, aperta fino al prossimo ottobre

Castello di Duino
Castello di Duino

Il castello di Duino ospita per l’estate una mostra fotografica e documentaria sul poeta Rainer Maria Rilke. La storica dimora nobiliare del principe Carlo della Torre e Tasso, sul golfo di Trieste, rende omaggio allo scrittore con un’esposizione aperta il 21 luglio e visitabile fino al 21 ottobre, a cura di Pier Giorgio Carizzoni.
Circa ottanta fotografie, cinquanta delle quali in grande formato, manoscritti e documenti come taccuini, cartoline, riviste, stampe e volumi d’arte rievocano la figura di Rilke traendo spunto da un dato biografico: il poeta infatti soggiornò proprio nel castello, nel 1912, ospite della principessa Marie von Thurn und Taxis, e qui iniziò a comporre le Elogie duinesi.
“Forse non è un caso che le Elegie duinesi abbiano preso l’avvio proprio in un castello immensamente arroccato sul mare”, scriveva lo stesso autore, “castello che come un promontorio d’esistenza umana guarda con alcune finestre, anche le mie, su una distesa marina smisuratamente aperta, direttamente sul tutto”. Forse alludendo a questa citazione il curatore ha denominato “finestre” le diverse sezioni della mostra, che raccontano i viaggi e le attività dello scrittore tra la Francia, l’Italia, la Cecoslovacchia, suo paese d’origine ma anche Germania e Russia.

Rainer Maria Rilke
Rainer Maria Rilke

La rassegna guarda alla fitta rete di rapporti personali che Rilke
intesse negli anni con amici, amiche, amanti, apre nuova luce sulle sue
capacità di prosatore affiancando poesie e lettere.
Il racconto si dipana attraverso gli scatti dell’obiettivo, che saranno di grande interesse per gli amanti di Rilke e per chi vuole ricordare le prime fasi della storia della fotografia, e presenta poi documenti originali chiesti in prestito all’Archvio di Stato di Trieste e ad alcune biblioteche italiane. L’excursus fotografico ripercorre l’intera vita del poeta sin dall’infanzia e lo immortala insieme alla moglie moglie Clara Westhoff, lo scultore Auguste Rodin, la principessa Marie della Torre e Tasso, l’attrice Eleonora Duse, Lou Salomé, Sigmund e Anna Freud, Friedrich Nietzsche.
Tra le testimonianze d’epoca si segnalano un taccuino di Rilke donato alla principessa Marie, con note autografe e appunti del poeta, le edizioni delle Elegie duinesi in lingua italiana, croata, ebraica, serba, slovena, spagnola e ucraina, traduzioni in tedesco di poesie italiane, ad opera di Rilke, tra cui L’infinito di Leopardi e Quant’è bella giovinezza.

LEGGI ANCHE  Vecchio rifugio bellico nella Siracusa sotterranea

Rainer Maria Rilke. Il poeta e i suoi angeli
Castello di Duino, Trieste.
Dal 22 luglio al 21 ottobre 2007
Orario: tutti i giorni 9.30-17.30
Per informazioni: tel 040 208120, http://www.castellodiduino.it

Condividi sui social: