Lunedì 4 Marzo 2024 - Anno XXII

Aromi di Liguria

Basilico, salvia, rosmarino. Le erbe profumate sono protagoniste della rassegna che aprirà a maggio tra Imperia e Savona. Tra corsi di cucina, fattorie didattiche, spettacoli musicali e teatrali

Aromi di Liguria

Dal 1° al 10 maggio dieci comuni del Ponente ligure ospitano Aromatica Festival, una rassegna a cadenza biennale dedicata ai sapori e agli “odori” della Liguria. Il festival, ideato e promosso dalla Confesercenti di Imperia, si concentra durante il weekend del 1° maggio nel Golfo Dianese, più precisamente nei comuni di Diano Marina, San Bartolomeo al Mare, Cervo, Diano Arentino, Diano Castello, Diano San Pietro, Villa Faraldi, per spostarsi dall’8 al 10 maggio in provincia di Savona ad Andora, Albenga e Ceriale.

Gli appuntamenti che compongono la manifestazione sono vari, si va dai corsi di cucina ai laboratori per bambini, dai convegni su salute e benessere alle fattorie didattiche, al campionato mondiale di pesto. Ognuno dei dieci comuni che partecipano ad Aromatica si caratterizza per una proposta diversa accomunata però dall’intento di valorizzare i prodotti dell’enogastronomia locale, a cominciare dalle erbe aromatiche e i loro profumi: l’entroterra del Golfo Dianese punterà sulla musica; Diano Marina sulla cucina; San Bartolomeo al Mare darà spazio alla bellezza; Cervo al cinema; Andora al gusto; Albenga privilegerà l’arte, Ceriale il benessere e l’entroterra albenganese il teatro.

Il progetto del Parco degli ulivi secolari

Torta verde e sardenaira. Alcune delle specialità gastronomiche del Ponente ligure
Torta verde e sardenaira. Alcune delle specialità gastronomiche del Ponente ligure

Il festival intende coinvolgere nelle varie iniziative non solo i visitatori e i turisti ma anche i residenti. È previsto in tal senso un progetto che interessa tutti le realtà comunali della manifestazione: la creazione del Parco degli ulivi secolari.

Durante i giorni della manifestazione sarà distribuita al pubblico una Card che garantirà l’accesso a determinati servizi (menu e aperitivi a tema, corsi di cucina e di potatura) ma che servirà anche a finanziare un progetto di censimento e recupero degli alberi di ulivo centenari. Sarà così data vita a un percorso che idealmente si sviluppa lungo tutta la costa, da Diano Marina a Ceriale; in ogni paese il visitatore troverà un pannello che gli indicherà dove andare a vedere gli ulivi secolari. Il costo di AromatiCard è di 5 euro e comprende l’ingresso gratuito, a seconda della combinazione scelta: a uno dei 6 concerti e delle 3 rappresentazioni teatrali programmate nel Calendario del Festival (valore di vendita al pubblico 5 euro); a uno dei corsi di cucina o degustazione di vino programmati a Diano Marina (valore di vendita al pubblico tra 10 e 20 euro).

LEGGI ANCHE  A Cortina D’Ampezzo Fat Bike, la bicicletta per sciare sulla neve

Per aggiornamenti sul calendario degli appuntamenti del festival visitare il sito Internet www.aromaticafestival.com.

(28/4/09)

Condividi sui social: