Martedì 23 Luglio 2024 - Anno XXII

Il piccolo paradiso di Merano

In occasione del 10° anniversario dei Giardini di Sissi a Castel Truttmansdorff, è stata aperta al pubblico la nuova stazione interattiva “Il Regno sotterraneo delle piante”

I Giardini di Castel Trauttmansdorff - Marion Gelmini ©2009
I Giardini di Castel Trauttmansdorff – Marion Gelmini ©2009

Tra le tante bellezze della città altoatesina spicca la perla dei “Giardini di Sissi” ospitati a Castel Trauttmansdorff. Si tratta del parco della villa che a fine ‘800 accolse Elisabetta, imperatrice d’Austria, detta “Sissi”. Ampliato e riadattato il parco si compone di 80 ambienti botanici con oltre 5.800 specie di piante originarie da ogni angolo del mondo, come le famose palme e alcune rarissime, come la Wollenia Nobilis, considerata estinta, ritrovata in un posto segreto dell’Australia e trapiantata a Merano, iperprotetta da una gabbia di ferro. Ci sono inoltre dieci padiglioni artistici e numerose stazioni sensoriali estesi su una superficie di 12 ettari e oltre 100 metri di dislivello. I Giardini di Sissi hanno picchi di fioriture suddivisi nell’arco dell’anno curati da una squadra di 24 giardinieri che hanno piantato e curato più di un 1 milione di bulbi tra cui tulipani, narcisi e crochi.

La vita sotterranea delle piante

La mostra interattiva dei giardini - Marion Gelmini ©2009
La mostra interattiva dei giardini – Marion Gelmini ©2009

I giardini rappresentano la meta turistica più visitata in Alto Adige, sono stati superati in dieci stagioni i tre milioni di persone e circa il 25% dei visitatori è recidivo. In occasione del decennale dell’inaugurazione dei giardini è stata aperta al pubblico la mostra interattiva “Il mondo sotterraneo delle piante”. Un percorso multimediale lungo circa 200 metri, scavato nella roccia, e suddiviso dalla zona ingresso in cinque caverne che spiega quello che si intuisce ma non si vede: i meccanismi fisiologici della vita delle piante, le fonti di reperimento dell’acqua e della luce, la funzione delle radici e di cosa esse rappresentino per un albero. Il percorso è costituito da stretti sentieri che sfociano improvvisamente in un grande padiglione ricavato nella roccia in cui vengono rappresentati i principi fondamentali della vita vegetale sotterranea offrendo un chiaro accesso alle principali conoscenze botaniche.(27/06/2011)

LEGGI ANCHE  L'Italia unita dalla bici

Informazioni Utili

Orari dei Giardini di Sissi: fino al 31 ottobre dalle 9 alle 19; dal 1° al 15 novembre dalle 9 alle 17; venerdì di giugno, luglio ed agosto dalle 9 alle 23.

Prezzi: biglietto singolo 10,80 euro. Biglietto per famiglie (2 adulti con bambini sotto i 18 anni) 22 euro. Bambini (sotto i 6 anni) gratis. Senior (oltre i 65 anni) 9,30 euro. Bambini e giovani (sotto i 18 anni), Studenti (sotto i 28 anni), Disabili 7,90 euro. Biglietto serale (venerdì in giugno, luglio ed agosto a partire dalle ore 18) 6 euro.

Info: www.giardinidisissi.it

Condividi sui social: