Sabato 20 Aprile 2024 - Anno XXII

Salone nautico: 51 primavere

A Genova, dal primo ottobre, il meglio della nautica in esposizione. Barche, prove in mare, convegni, per rilanciare il settore e discutere di infrastrutture, sviluppo, formazione

Il salone nella scorsa edizione. La darsena
Il salone nella scorsa edizione. La darsena

Il salone nautico internazionale di Genova si rinnova. Ma nel solco della continuità. La prestigiosa manifestazione fieristica, arrivata alla 51.a edizione e che si terrà dall’1 al 9 ottobre prossimi nella città della Lanterna, vuole imporsi sempre più come riferimento mondiale nel settore della nautica e della filiera collegata. Nonostante la situazione di stallo dell’economia mondiale. “Anzi, proprio per questo” ha dichiarato, alla presentazione alla stampa del 26 luglio scorso a Milano, Anton Francesco Albertoni, presidente dell’Ucina Confindustria nautica, l’associazione che raggruppa le aziende del settore. “Vogliamo essere il volano della ripresa, dopo il biennio 2008-2010, due anni orribili (meno 45 per cento di fatturato globale) nella storia di questa industria”. In termini assoluti, ha precisato Albertoni, il comparto vale oggi poco più di 3,4 miliardi di euro, contro i 6,2 miliardi di euro del 2008. Un bel passo da gambero, come si vede, ma non ci si vuole rassegnare.

Rilanciare il mercato

Il salone 2010. Le ammiraglie
Il salone 2010. Le ammiraglie

“L’industria nautica sta affrontando una grande sfida”, ha detto la presidente della Fiera di Genova, Sara Armella “e noi vogliamo essere al suo fianco con questa manifestazione espositiva che sarà un “Salone di tutti e per tutti”. Dal piccolo gozzo ai maxi-yacht, dalle vele alle imbarcazioni pneumatiche, dagli accessori alla strumentazione, dai servizi a terra all’abbigliamento: tutti avranno uno spazio adeguato e grande visibilità. Insomma: le migliori novità saranno presenti a Genova, dove si stima arriveranno non meno di 1300 espositori, con oltre 2000 imbarcazioni, di cui 450 in acqua per le prove a mare. “Tutti dobbiamo fare la nostra parte per risalire la china” ha detto Marina Stella, direttore generale dell’Ucina “in particolare bisogna fare in modo che i diportisti stranieri tornino a guardare l’Italia con interesse, mentre ora guardano verso Francia, Spagna e Paesi del Maghreb, in particolare Tunisia”.

LEGGI ANCHE  Turismo attivo in Sardegna

Barche, prove in mare, convegni

Salone 2010. Veduta
Salone 2010. Veduta

Il salone non sarà una cosa a sé, quasi estraneo alla città. Beppe De Simone, neo amministratore delegato di Fiera Genova Spa, spiega: “sono stati organizzati pacchetti e percorsi denominati GenovaInBlu, per fare in modo che tutta la città venga coinvolta nella manifestazione. E lo farà aprendo palazzi storici e musei e tante iniziative fuori salone anche nelle piazze e nelle vie cittadine”. Senza dimenticare l’Acquario, naturalmente. Di contorno allo spazio espositivo, ma anch’esso parte integrante, gli appuntamenti convegnistici; a partire da lunedì 3 ottobre con “Nautica e fisco, un patto per la competitività”; lo stesso giorno si parlerà di “La nautica in cifre”. Negli altri convegni in programma verranno affrontati temi relativi alle infrastrutture e quelli dello sviluppo: dalla scuola al mare, per sostenere la crescita e, infine, si parlerà di concessioni demaniali. (02/09/2011)

 

Salone nautico internazionale
1- 9 ottobre; 10- 18.30 (il giorno di apertura fino alle 22.30);
biglietto ingresso 15 euro, ridotto (comitive e under 14 anni) 12 euro, ingresso gratuito per i bimbi fino a 5 anni.

 

Info: www.genoaboatshow.com

Condividi sui social: