Sabato 20 Luglio 2024 - Anno XXII

A Milano l’ultima moda è Aperiterme

Per dimenticare lo stress quotidiano e staccare la spina, Termemilano propone di concludere la giornata con uno speciale happy hour tra bollicine e benessere. L’abbiamo provato per voi

A Milano l'ultima moda è Aperiterme

 

Sveglia alle 6.30. Appena il tempo di fare colazione e vestirsi che già devo correre per non far perdere a mio figlio (quasi 7 anni) il pullman che lo porterà in gita al Castello di Agazzano, nel Piacentino. Beato lui. Io arrivo in ufficio alle 8.00 e quella che mi si prospetta è una giornata densa di riunioni. Ma per fortuna la serata si preannuncia molto, molto rilassante. Tornata a casa (di nutrire il bimbo se ne occuperà il papà), mi dirigo verso Porta Romana, a solo qualche isolato da casa mia, per qualche ora ( comunque poche ahimè rispetto a quelle di cui avrei bisogno) di puro relax ed evasione tra le mura di Termemilano. A tentarmi di staccare la spina è la presentazione di Aperiterme: l’aperitivo in Spa targato QC Terme.

Terme in città, antidoto antistress

A Milano l'ultima moda è Aperiterme

Bollicine e benessere: proprio quello che mi ci vuole dopo una giornata passata a combattere con il traffico, la frenesia della città e a tenere sotto controllo lo stress quotidiano. E di cui potranno godere, tutti i giorni a partire dalle 18.30 i milanesi, ma non solo loro, che dopo il lavoro sentono la necessità di rigenerarsi senza però rinunciare all’happy hour (il costo dell’aperitivo è già compreso nel prezzo del biglietto d’ingresso delle Termemilano). Basta ricordarsi di mettere il costume da bagno nella ventiquattrore e il gioco è fatto (all’entrata vi verranno consegnati accappatoio e ciabattine mentre negli spogliatoi troverete bagnoschiuma, shampoo, balsamo, creme, detergente, tonico). Così una volta indossato l’intero ha inizio il mio percorso benessere. Degli oltre 30 differenti servizi benessere presenti all’interno della Palazzina liberty (oltre 2500 mq) provo le docce nebulizzanti, le cascate a intensità differenziata, le vasche idromassaggio, il bagno turco, il percorso Kneipp. Evito invece le Sale relax e la Sala Teatro delle Meraviglie perché troppo affollate. A mollo nelle grandi vasche a idrogetto esterne, circondata dalle cinquecentesche mura erette da Ferrante Gonzaga, tornate all’antico splendore dopo un lungo restauro, mi dimentico quasi di essere a Milano.

LEGGI ANCHE  Roma, se il Campidoglio piange Fiumicino non ride

Sauna sul Tram del Benessere

A Milano l'ultima moda è Aperiterme

Il Giardino Spagnolo è reso ancor più unico dalla presenza del Tram del Benessere Misura (per chi non lo sapesse l’edificio in stile Liberty che oggi ospita le Terme di Milano ha un passato come deposito dell’ATM). La prima e unica biosauna al mondo costruita all’interno di una storica vettura ATM. Dalle panche ai caratteristici finestrini, dalla volta del tetto a doghe di legno fino al classico pavimento a righe, il Tram del Benessere Misura è una “sauna soft” nella quale le temperature non superano i 70° e l’umidità è superiore al 35%. Nel passaggio dall’interno all’esterno dell’edificio vengo tentata dal ricco buffet, allestito in Sala Cavalli, a disposizione degli ospiti e che per Aperiterme si arricchisce di prodotti tipici della Valtellina e della Valsassina, prodotti da forno accompagnati da centrifughe di frutta e verdura fresche, oltre che da un buon bicchiere di bollicine selezionate come il Cruasé, tipologia “rosè” dello spumante Oltrepò Pavese Metodo Classico Docg. Insomma un invito a ricercare e riscoprire i piaceri contenuti negli alimenti, nelle bevande, oltre che nella cura di se stessi. Peccato che le lancette dell’orologio non accennino proprio a fermarsi. Anche per me arriva l’ora di tornare a casa per dare la buonanotte al piccolo.

(22/05/2012)

Condividi sui social: