Martedì 18 Giugno 2024 - Anno XXII

L’anno pazzo irlandese

Sull’Isola di Smeraldo il 2013 è all’insegna dei festival e delle manifestazioni. Un calendario ininterrotto di appuntamenti, alcuni ai confini della bizzarria: dal festival di barba e baffi al Premio Turner per l’arte contemporanea

Una bambina festeggia il St. Patrick's Day (Foto: irlandando.it)
Una bambina festeggia il St. Patrick’s Day (Foto: irlandando.it)

L’Irlanda ha presentato le novità turistiche per l’anno 2013. L’iniziativa più importante è il Gathering 2013 che si potrebbe definire il festival dei festival, una sfilza ininterrotta di manifestazioni che si susseguono per tutto l’anno e su tutta l’isola. La peculiarità è che questi avvenimenti coinvolgono istituzioni pubbliche e private, famiglie, clan… Grandi eventi e piccoli, di qualsiasi genere. Insomma, ogni pretesto crea l’occasione per un evento. Naturalmente alcuni sono più importanti di altri. Su tutti la festa nazionale di San Patrizio con le sue sfilate per le strade delle città colorate di verde, il 17 marzo; poi anche il Bloom a Dublino una grande esposizione botanica a fine maggio; Taste of Dublin a metà giugno, la più importante manifestazione enogastronomica irlandese; il Festival di Galway a luglio e quello di Kilkenny ad agosto, unitamente ai Giochi olimpici dei poliziotti e vigili del fuoco e tanti altri. Umorismo e bizzarria. Non si potrebbero definire altrimenti i festival di barba e baffi a fine giugno a Ballymoe, in contemporanea con la riunione dei pirati a Baltimore; poi ancora il Festival dei mancini a Mullingar del 9 al 13 agosto; dei capelli rossi, a Crosshaven contemporaneo a quello dei gemelli di Keash, il 24 agosto. Ogni occasione è buona per riunire gente.

Tempi passati

Londonderry
Londonderry

Come tutti sanno l’Irlanda è divisa in due, una parte è la Repubblica irlandese (Eire) e l’altra è l’Ulster che appartiene alla Gran Bretagna. Questa divisione vale per tutto fuorché due cose: il rugby e il turismo. In entrambi i casi esiste UNA sola Irlanda. La città di Derry, per gli inglese è Londonderry, è stata nominata UK City of Culture [Città della Cultura del Regno Unito] per il 2013, prima città irlandese. Purtroppo è stata a lungo conosciuta per i troubles [Problemi] legati agli scontri tra cattolici e protestanti, in definitiva tra indipendentisti irlandesi e lealisti. Ora quei tristi e sanguinosi momenti sono passati e le testimonianze di quei giorni si sommano ai cimeli di un passato lungo 1500 anni. Nel 2013 Derry/Londonderry ospiterà una serie di eventi artistici e culturali di livello internazionale, come il Premio Turner per l’Arte contemporanea; poi concerti di musica classica e pop, balletti, festival di poesia, d’arte e di teatro, mostre e un festival dedicato alla cultura irlandese nel mondo.

LEGGI ANCHE  Nel 2010 forum sul turismo a Madrid

Progetti e innovazione

Dublino
Dublino

Oltre a tutte le manifestazioni programmate, il 2013 porta con sé anche numerosi progetti di sviluppo nell’ambito turistico. A Kilkenny sarà creato il “Miglio Medioevale” con la ristrutturazione dell’antica High Street. Nella capitale Dublino un progetto vuole valorizzare la cultura e la storia della città con un percorso interattivo a piedi; entro il 2014 sarà realizzato il “Wild Atlantic Way”, un itinerario stradale di circa 2.000 chilometri da Donegal a West Cork che collegherà i punti panoramici e i paesaggi più belli di varie destinazioni. Sempre nello stesso periodo sarà sviluppato un altro itinerario per il turismo costiero che offrirà la possibilità di alloggiare nei fari. Intanto è stato lanciato un nuovo sito internet dedicato appositamente ai turisti italiani. La pagina web è stata progettata per essere completamente integrata con i social network e offre la possibilità di condividere con altri utenti contenuti, foto, video e altri contributi sull’Irlanda su qualsiasi supporto portatile: computer, smartphone e tablet.

(13/02/2013)

Condividi sui social: