Venerdì 19 Luglio 2024 - Anno XXII

Expo 2015: respirare al padiglione Austria

Una fitta foresta di alberi alti 12 metri produrrà ogni ora 62,5 chilogrammi di ossigeno puro. Un microclima di cui potranno beneficiare i visitatori. Il padiglione Austria all’aria pura affianca la cultura e la musica

Expo 2015: respirare al padiglione Austria

Mancano poco più di due mesi al giorno dell’inaugurazione di Expo Milano 2015, i lavori continuano senza sosta e i padiglioni prendono ormai sempre più forma. Ogni paese nell’ambito del tema generale: “Nutrire il pianeta energia per la vita” ha proposto un proprio tema. L’ Austria ha puntato su ambiente e qualità dell’aria. All’interno de suo padiglione è stato ricreato un particolare microclima che accoglierà e stupirà i visitatori. Josef Pröll, commissario generale dell’ Austria, ha dichiarato che il loro team interdisciplinare ha deciso di percorrere strade diverse rispetto agli altri Paesi nella realizzazione del padiglione. Ridotta al minimo la tecnologia multimediale, per far vivere e respirare al visitatore un’esperienza sensoriale su vari livelli. “Riteniamo sia molto importante, per noi, riuscire a mostrare i molteplici volti dell’ Austria e a instaurare nuovi contatti, approfondendo i rapporti esistenti”, ha concluso Pröll.

Aria pura e qualità della vita

Expo 2015: respirare al padiglione Austria

L’ Austria è una delle mete turistiche più popolari per la ricchezza artistica e culturale, il fascino delle sue città, prima fra tutte Vienna, la bellezza dei paesaggi incontaminati.
In questo paese, molto attento alla qualità di vita e all’ecologia, l’aria è particolarmente pura, grazie alle sterminate foreste, che vanno dal Parco Nazionale dei Monti Tauri fino al Bosco Viennese. Proprio l’aria pura, intesa come qualcosa di prezioso e da salvaguardare, ha ispirato i progettisti per il padiglione austriaco dell’Expo, che si aprirà il primo maggio. Non sarà quindi una struttura tradizionale, ma una fitta foresta naturale, dove passeggiare e respirare, ad una temperatura più bassa di almeno  quattro gradi rispetto a quelle estive esterne del periodo in cui si svolgerà l’Expo. Una fitta foresta di alberi con un’altezza di 12 metri sovrasterà la maggior parte degli altri edifici, conferendo una forte caratterizzazione allo skyline dell’Expo. La quantità di ossigeno che produrrà questa vegetazione sarà di 62,5 chilogrammi di ossigeno puro ogni ora e riguarderà circa 1800 persone, che beneficeranno di questo fantastico microclima.

LEGGI ANCHE  A Milano con il Festival dei Paesi Nordici

Esperienze sensoriale e attività culturali

Expo 2015: respirare al padiglione Austria

L’ Austria è una nazione che dovrebbe essere presa ad esempio sia per la sua tradizionale attenzione all’ambiente, sia per gli sviluppi tecnologici nei settori dell’edilizia sostenibile ed energetica. Nel padiglione l’effetto rinfrescante sarà determinato da tecniche di raffreddamento evaporativo ed avrà profumi di bosco. In tal modo le grandi competenze scientifiche, tecniche e progettuali verranno percepite in esperienze sensoriali e benefiche uniche.
L’ Austria ha preparato anche un variegato programma culturale, che spazia dalla musica classica  all’arte figurativa  e alla danza, dal cinema al design, sia in sede Expo che in luoghi diversi di Milano, quali la Triennale, il Teatro alla Scala ed altri. E proprio alla Scala l’Orchestra Filarmonica di Vienna eseguirà il 26 giugno, giorno di festa austriaco, la Sinfonia n°3 di Gustav Mahler. E, tra le novità culturali, ci sarà un’inaspettata cucina austriaca messa a punto da chef stellati con prodotti naturali del bosco, della pianura e delle montagne, unendo così la tradizione all’innovazione.

www.expoaustria.at/it

Condividi sui social: