Domenica 25 Settembre 2022 - Anno XX
Pavia, il ponte coperto

Pavia, il ponte coperto

PassatoFuturo: la Pavia del sapere e i Longobardi

Dal 26 al 30 maggio si svolge a Pavia la rassegna PassatoFuturo. Cinque giorni di festa e rievocazioni. Conferenze, concerti, convegni, installazioni, laboratori e visite guidate.

Passatofuturo Pavia-il-Broletto

Il Broletto

PASSATOFUTURO. La Pavia del sapere e i Longobardi è una rassegna che si inserisce nel progetto Pavia Capitale Longobarda, città dei Saperi e dei Sapori – Cult City #inLombardia che, nell’anno del Turismo lombardo, vede undici città capoluogo di regione coinvolte in un piano strategico di promozione turistica unitario. Pavia ha scelto, come testimonial del progetto, il cantautore Max Pezzali, che racconterà con una serie di video i luoghi a lui cari della città. Pavia, capitale dei Longobardi, dal 26 al 30 maggio, terrà i riflettori sulla città con eventi e iniziative. “Pavia torna così a scoprire la vicenda della civiltà longobarda e di antica Capitale” – ha dichiarato Giacomo Galazzo, Assessore alla Cultura e Turismo del Comune di Pavia – “con eventi speciali e momenti di cultura che si affiancheranno a interventi strutturali di valorizzazione e riqualificazione urbana, destinati a promuovere la città con il suo patrimonio”.

PassatoFuturo: gli appuntamenti

Passatofuturo PaviaConferenze, concerti, installazioni, visite guidate, laboratori e convegni formano la rassegna. Tanti gli appuntamenti. Dalle lezioni in piazza Leonardo da Vinci dove si parlerà di giustizia, di leggi e società con l’ex pubblico ministero Gherardo Colombo e il filosofo Salvatore Veca, ma anche di duello e contaminazione con lo schermitore Andrea Bocconi e il biologo Carlo Alberto Redi.
Sette gli appuntamenti musicali in diversi luoghi del centro storico cittadino. Pavia longobarda e altre storie, il concerto dei Fio’ dla nebia (con intermezzi di Mino Milani, Paolo Mazzarello, Susanna Zatti). In contemporanea, nell’Auditorium dell’Istituto Vittadini, Pianoforte & Friends, concerto di Polona Tominec (fisarmonica) e Giovanna Gatto (pianoforte). Palazzo Negri della Torre ospiterà Extemporary vision ensamble, il concerto jazz, a cura del FAI e della Compagnia della Corte, mentre Palazzo Botta vedrà protagonista La magia della natura e degli esseri viventi, il concerto del quartetto d’archi dell’Istituto Vittadini.

Passatofuturo Duomo-di-Pavia

Duomo

A Palazzo Mezzabarba sarà la volta del Consort Barocco dei Solisti di Pavia, musiche di V. Vivaldi e G. P. Telemann a cura della Fondazione Solisti di Pavia. A seguire in piazza del Municipio, nella Chiesa di San Quirico e Giulitta, Kithara Consort, omaggio a Roberto Pinciroli. Concerto di chitarra a cura di Maurizio Preda. Tra gli eventi straordinari del 26 maggio, l’audio-installazione in piazza della Vittoria che farà rivivere L’Adelchi di Alessandro Manzoni, recitato da Carmelo Bene a Milano nel 1984. In contemporanea, e per tutta la durata della rassegna, sarà protagonista L’aperitivo con Alboino, per le vie del centro si aggireranno figuranti che racconteranno momenti di vita longobarda. Il 27 e il 28 maggio apertura straordinaria della Cripta di Sant’Eusebio; mentre in piazza Leonardo da Vinci sarà L’arte marziale dall’antichità ad oggi.

Info su: www.vivipavia.it

Leggi anche:

Giro d’Italia una storia lunga un secolo

I Guerrieri di terracotta dell’Imperatore Qin Shi Huangdi in mostra a Bari

Le spiagge e i mari italiani dove sventolano le Bandiere Blu

© RIPRODUZIONE RISERVATA