Martedì 21 Maggio 2024 - Anno XXII

Sardegna da vivere in tre giorni

Nuraghe Orolo (ph. Valentino Selis - credit VisitSardegna)

Con un fine settimana lungo a disposizione la Sardegna è una meta che certamente soddisferà ogni esigenza. La indiscutibile bellezza delle spiagge, le tradizioni, la sua natura selvaggia. Ecco alcune mete dove trascorrere i giorni a disposizione.

3 giorni in Sardegna Campanacci per le maschere dei Mamuthones
Campanacci per le maschere dei Mamuthones

Finalmente è tempo di vacanza e si è scelto di partire per la Sardegna, ma si hanno solo 3 giorni a disposizione? Non c’è da preoccuparsi: di certo non si potrà godere di tutte le bellezze che questa bellissima terra ha da offrire, ma con un itinerario ben organizzato si avrà modo di riempire il proprio personale album di tanti ricordi memorabili. 
Con qualche semplice accorgimento, 3 giorni saranno più che sufficienti per vivere appieno la vera essenza ribelle della Sardegna: ecco dove andare per non perdersi il meglio.

Golfo Aranci

3 giorni a Golfo Aranci, baia de bahas (visitsardegna)
Golfo Aranci, baia de bahas (visitsardegna)

Golfo Aranci sorge ai piedi del promontorio di Capo Figari. È uno dei centri marini più belli di tutta l’isola che affaccia direttamente sul golfo di Olbia.
La particolarità di questo luogo è la grande quantità di spiagge di sabbia fine e bianca che si possono trovare: sono ventiquattro! È il posto ideale se si vuole trascorrere un weekend di mare. Inoltre, la vicinanza con località molto rinomate come Porto Rotondo, Porto Cervo e Costa Smeralda lo rende il punto di partenza perfetto per gite di mezza giornata alla scoperta dei luoghi più esclusivi della Sardegna. Raggiungere Golfo Aranci è molto semplice dalla penisola: potrai salire a bordo di una nave che da Livorno ti porterà a Golfo Aranci direttamente, senza bisogno di prendere altri mezzi una volta approdato in terra sarda. E da quel momento in poi, solo relax.

Arcipelago La Maddalena

Caprera (crediti Beniculturali.it)
Caprera (crediti Beniculturali.it)

Per un breve ma intenso weekend in Sardegna si può partire per il meraviglioso arcipelago La Maddalena, ricco di spiagge incantevoli e di borghi pittoreschi. In particolare, il centro storico è davvero adorabile: tra negozietti tipici, scalinate e facciate coloratissime, anche solo passeggiare sembrerà un’attività nuova e incredibile. E si può anche dedicare uno dei tuoi tre giorni a una gita verso l’Isola di Caprera, lì vicino: qui si può persino visitare la casa di Garibaldi, tra un bagno e l’altro nelle tipiche cale, come Cala Coticcio e Cala Serena.
Per raggiungere La Maddalena bisogna partire da Palau, in provincia di Olbia: in soli venti minuti di navigazione, si sarà giunti a destinazione pronti per iniziare il weekend dei sogni.

LEGGI ANCHE  Monte Bondone e Valle dei Laghi, la montagna oltre lo sci

Castelsardo

3 Giorni Elefante di Castelsardo (ph. S. Sernagiotto Archivio PGSAS)
Elefante di Castelsardo (ph. S. Sernagiotto Archivio PGSAS)

Cambiamo un po’ genere spostandoci a Castelsardo, un incantevole borgo medievale che sorge a strapiombo sul mare, sul Golfo dell’Asinara. Ci troviamo sulla costa settentrionale dell’isola, a circa 30 chilometri da Sassari: qui il mare è vario e, tra spiagge di sabbia bianca e rocciose, si incontrano i gusti di tutti quanti.
Oltre al mare, poi, Castelsardo è bella da visitare proprio per l’atmosfera medievale che si respira nel suo centro: tra bastioni, vie acciottolate e castelli, sembrerà di andare a spasso nel tempo.

Impossibile passare di qui e non rimanere sconvolti dalla bellezza della Roccia dell’Elefante, un grande masso di roccia vulcanica che ricorda esattamente un pachiderma, con tanto di proboscide e di larghe orecchie, che sembra incamminarsi verso la montagna. Al suo interno si trovano anche le domus de janas, due antiche strutture sepolcrali risalenti al periodo prenuragico. 

Leggi anche:

IL MONDO A COLORI CON LE FIORITURE DI PRIMAVERA

ENGADINA, LO SCI SULLE PENDICI DEL CORVATSCH

PEDALARE TRA I PROFUMI E I COLORI DELLA PRIMAVERA

Condividi sui social: