Lunedì 4 Marzo 2024 - Anno XXII

Sulle tracce di Carlo Magno e San Francesco

Viene da Rieti il progetto “Cammini di fede” alla scoperta di luoghi benedettini e francescani. Aperta di recente anche la via carolingia che attraversa Italia ed Europa

Norcia e San Benedetto
Norcia e San Benedetto

Francesco Rutelli, ministro dei Beni e Attività Culturali e responsabile delle politiche per il Turismo, ha presentato lunedì 18 giugno il progetto ideato dall’Apt di Rieti "Cammini di fede" con lo scopo di riscoprire i luoghi benedettini e francescani – in omaggio a figure fondamentali per lo sviluppo del Cristianesimo (San Francesco, santo patrono d’Italia, e San Benedetto, patrono d’Europa) – ancora fortemente presenti nell’Umbria e nel Lazio. Il Cammino di Francesco, progetto inaugurato nel 2003, abbraccia la valle Santa di Rieti e la Via Benedicti, che da Norcia passando per la Sabina e Roma arriva fino a Montecassino.
Proposta spirituale, turistica e culturale l’itinerario garantisce stimoli e spunti per tutti, ma soprattutto permetterà di vivere una nuova dimensione di viaggio da fare da fare a piedi, a cavallo o in mountain bike. Il cammino di Francesco si sviluppa in 10 tappe: partendo da Assisi si passa per la valle Santa di Rieti e infine si arriva a Roma, nella chiesa di San Francesco a Ripa, dove Francesco definì il suo rapporto con la curia romana. Ogni tappa, inoltre, è anche un incontro con la gastronomia: dalle carni agli insaccati, dai formaggi ai vini.

Sentieri
Sentieri

La Via Benedicti, invece, parte da Norcia, tocca Subiaco attraversa la Sabina, fa tappa a Roma e nella valle dell’Aniene e si conclude a Montecassino, dove Benedetto dette vita, nel 529, all’Abbazia. In particolare, nel territorio della Ciociaria, ossia l’attuale provincia di Frosinone, il messaggio di San Benedetto ha lasciato ampie testimonianze in monasteri, abbadie, grotte.
Ma non è tutto. A questi percorsi si aggiunge ora la via carolingia, presentata ufficialmente a Mantova nei giorni scorsi, che ripercorre le tappe del viaggio che Carlo Magno, re dei Franchi,  intraprese da Aquisgrana a Roma per essere incoronato, da Papa Leone III, Imperatore del Sacro Romano Impero nella notte di Natale dell’800 e mira a valorizzare sotto il profilo culturale, turistico ed economico l’intero tragitto.
Sono inclusi nel tracciato – composto da ben 25 tappe – anche il comune di Rieti e quello di Fara Sabina, oltre alle grandi capitali europee e centri minori, quali Magonza, Paderborn, Coblenza, Strasburgo, Tours, Basilea, Lugano, Bergamo, Bondeno, Mantova, Ravenna, Pesaro, Assisi, Spoleto, Nocera Umbra, Farfa, Roma. Vengono così collegati idealmente i Comuni italiani, svizzeri, belgi, francesi e tedeschi che si trovano lungo il percorso, valorizzandone gli aspetti turistici oltre a quelli di rilevante patrimonio culturale e paesaggistico.

LEGGI ANCHE  Natura spettacolare e l'occhio dei grandi fotografi

Per informazioni:
www.camminodifrancesco.it;  www.viabenedicti.it; www.viacarolingia.it

Condividi sui social: