Sabato 20 Aprile 2024 - Anno XXII

Finalmente Vinitaly

Al salone internazionale del vino, aperto a Verona fino a lunedì, si parlerà dei mercati emergenti come Russia e Giappone e delle nuove politiche comunitarie. Previsto un flusso di 150 mila operatori

L'edizione 2007 di Vinitaly
L’edizione 2007 di Vinitaly

Aperto dal
3 al 7 aprile Vinitaly, il salone internazionale del vino e dei distillati a
Veronafiere. La manifestazione nazionale dedicata al mercato del vino, florida
dopo quarantuno edizioni, annuncia quest’anno la presenza di 4300 espositori
per una superficie di 87 mila metri quadrati, dodici padiglioni e il secondo
piano del Palaexpo. Vinitaly 2008 conta su tre nuovi padiglioni, 10,11 e 7B e
sulla conferma di diversi produttori già presenti negli anni scorsi. Il
panorama degli espositori rappresenta circa cento paesi: Italia e una rosa che
tocca Europa, Asia e Americhe e che vede, tra gli altri, i consolidati Francia,
Spagna, Portogallo, Stati Uniti, Australia ma conta anche nuovi ingressi come
Israele e Polonia.


Se il
flusso di visitatori si conferma simile a quello del 2007, a Verona potrebbero
arrivare, giovedì e nei prossimi giorni, più di 150 mila operatori, un quarto
dei quali di provenienza estera. I concorsi enologici legati alla fiera sono
già iniziati mentre nel corso dell’esposizione sono in programma degustazioni per
gli operatori, incontri e conferenze stampa sui temi emergenti del settore: il
rapporto tra produzione e sostenibilità ambientale, il consumo del vino in
Cina, Giappone, Russia e ancora la questione del cambio euro/dollaro nello sviluppo
dell’esportazione negli Stati Uniti.

Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere
Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere

«La leadership mondiale di Vinitaly non è casuale, ma frutto del lavoro fatto in oltre quarant’anni al fianco delle aziende vitivinicole”, ha detto Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere. “In questo tempo abbiamo offerto servizi sempre più innovativi di promozione e business per dare l’opportunità anche alle aziende medio-piccole di entrare in contatto in modo efficace con buyer, ristoratori, enotecari, wine bar, chef, opinion leader, giornalisti di tutto il mondo. L’azione è rafforzata dalle attività realizzate attraverso Vinitaly World Tour, che dall’unica tappa in Cina del 1998 ora presenta un calendario sempre più impegnativo sui mercati più promettenti e su quelli maggiormente competitivi”.
Nata nel 1967 con il nome “Le giornate del vino italiano”, dal ’78 fiera internazionale aperta ai produttori esteri, Vinitaly è oggi presente in Cina, Russia, Stati Uniti, India e Giappone. All’appuntamento di Verona si discuterà anche degli ultimi sviluppi normativi a livello europeo e in particolare della nuova Ocm , Organizzazione comune di mercato del settore vitivinicolo.

LEGGI ANCHE  Arte mediterranea

Per informazioni:
www.vinitaly.eu

Condividi sui social: