Sabato 18 Maggio 2024 - Anno XXII

Che partita…

Amarcord di un’emozione mondiale, la semifinale ai Mondiali del Messico contro la Germania che aprì agli Azzurri le porte alla sfortunata finalissima contro il formidabile Brasile di Pelè. Una mostra a Milano rievoca la vittoria italiana di quarant’anni fa, con fotografie e cimeli, più una partitella in miniatura

Gianni Rivera abbracciato da Gigi Riva dopo avere segnato il 4-3 definitivo
Gianni Rivera abbracciato da Gigi Riva dopo avere segnato il 4-3 definitivo

Se domandate a un tifoso italiano di mezza età quale sia stata la “Partita del Secolo“, sicuramente la risposta è: “Italia-Germania 4-3” ai Mondiali del Messico nel 1970. I famosi supplementari con la girandola di reti sono rimasti nella memoria come uno dei momenti più emozionanti della storia del calcio. Forse più ancora dei successi Azzurri del 1992 e del 2006. La partita fu talmente clamorosa che è ricordata da una targa sul muro dello Stadio Azteca di Città del Messico che recita: “Lo stadio Azteca rende omaggio alle nazionali di Italia (4) e Germania (3) protagoniste nel Mondiale 1970, della Partita del Secolo. 17 giugno 1970”.

Un tuffo nel 1970

Il manifesto della mostra milanese
Il manifesto della mostra milanese

Una mostra che si tiene dal 26 maggio al 6 giugno a Milano all’Atelier Gluck Arte, fa rivivere quei momenti indimenticabili che 40 anni orsono tennero incollati al video oltre 30 milioni di italiani fino a mezzanotte. “La partita del Secolo: Italia-Germania: 4-3” è curata da Franco Dassisti, giornalista e collezionista di figurine e memorabilia calcistici, e intende omaggiare quell’evento attraverso un’esposizione che ricorda non solo la partita vera e propria con palloni, biglietti originali, le repliche delle maglie, gli album di figurine e altri cimeli storici. La mostra vuole anche evocare l’atmosfera socio-culturale di quel 1970 con manifesti di film, dischi, riviste, giornali e oggetti di uso quotidiano che segnarono quel momento.

Aspettando i Mondiali

Un incontro di Subbuteo
Un incontro di Subbuteo

Gianni Rivera, l’autore della rete che regalò alla nazionale la finalissima contro il Brasile di Pelè presenzierà all’inaugurazione della mostra commentando dal vivo i momenti salienti della partita proiettata su grande schermo. Grazie alla collaborazione dell’Associazione Amatori Old Subbuteo sarà possibile rivivere “in piccolo” le azioni più avvincenti della partita. Dall’11 giugno all’11 luglio la mostra si sposterà presso lo Spazio Oberdan dove resterà aperta per tutta la durata dei Mondiali 2010. (25/05/10)

LEGGI ANCHE  “Rocche di Romagna” tra le colline oltre la riviera

 

Per informazioni

www.ateliergluckarte.org

Condividi sui social: