Lunedì 22 Luglio 2024 - Anno XXII

Venezia, l’eleganza in esilio

In mostra abiti che hanno rivoluzionato il costume del mondo moderno. Fino al 12 gennaio 2012 a Venezia al Museo di Palazzo Mocenigo va in scena la collezione di Alexadre Vassiliev. Più di duecento opere in mostra

Gli abiti in mostra nel salone al primo piano del Museo
Gli abiti in mostra nel salone al primo piano del Museo

 

È sbarcato a Venezia Alexandre Vassiliev, scenografo, costumista, storico di moda e collezionista di fama mondiale, con la sua strepitosa collezione di abiti d’epoca. E che epoca! Quella della “eleganza in esilio”, come recita il titolo della mostra allestita nelle sale di palazzo Mocenigo a cura di Francesca Dalla Bernardina. Da meravigliosa forma d’arte qual è la moda rappresenta gli uomini “nel loro tempo”. La storia della moda aggiunge dunque significato a quella umana, rivelandone il desiderio e il bisogno di bellezza.

La Ville Lumière e la nascita del mondo moderno

Alexandre Vassiliev all'inaugurazione
Alexandre Vassiliev all’inaugurazione

È l’inizio del secolo scorso, quando a Parigi arriva dalla Russia la più estrosa e variopinta compagnia che si possa immaginare: quella di Djagilev, dei Ballets Russes e del loro entourage di affascinanti ballerine e geniali scenografi e costumisti, come Léon Bakst e Alexandre Benois.

Li aveva accolti la Parigi delle Années Folles, gli anni delle follie, quando feste e spettacoli notturni le avevano meritato il titolo di Ville Lumière. Ma nella città della luce quella “joie de vivre” non doveva esaurirsi nelle effimere serate teatrali e nei balli. Fu, infatti, l’inizio che come un contagio rivoluzionò il gusto di tutta l’Europa, lasciando un’impronta indelebile alla nascita del mondo moderno.

Moda, stile e costume

Le foto delle affascinanti donne che vestivano gli abiti della collezione negli anni venti
Le foto delle affascinanti donne che vestivano gli abiti della collezione negli anni venti

Da allora, moda e stile non furono più quelli di prima: fu una stagione breve, ma che occorre rivisitare con attenzione filologica più che con la nostalgia per un’epoca spensierata. Miracolosamente, ci ritroviamo con la geniale freschezza di allora queste evanescenti e svolazzanti creazioni, sopravvissute alle devastazioni di guerre e rivoluzioni in Europa. Figlio di un ballerino e di una pittrice russi, Vassiliev è il rappresentativo custode di quella tradizione: nelle splendide sale del Museo, ha sapientemente disposto costumi e capi di moda dell’epoca, fondendo i colori degli abiti con quelli dei broccati veneziani e facendo rivivere quella brillante stagione attraverso la raffinatezza delle linee e la preziosità delle stoffe e degli accessori. Più di duecento opere in mostra fino al 6 gennaio 2012 a Venezia, presso il Museo di Palazzo Mocenigo, Centro Studi di Storia del Tessuto e del Costume.

LEGGI ANCHE  Sotto il Colosseo con Lucrezia Borgia e Diabolik

(26/09/2011)

 

Per info e prenotazioni: www.vivaticket.it; call center 848082000 (dall’Italia), +3904142730892 (dall’estero)

Condividi sui social: