Sabato 13 Aprile 2024 - Anno XXII

Primavera sulla Via Claudia Augusta

Dall’Adriatico e dal fiume Po l’antica via romana portava fino al Danubio attraverso il Veneto, il Trentino, l’Alto Adige, il Tirolo e la Baviera. Oggi la Via Claudia Augusta è un itinerario perfetto per ciclisti ed escursionisti

Primavera sulla Via Claudia Augusta

 

La Via Claudia Augusta, l’antica strada romana che dalle pianure del Po e dall’Adriatico portava fino al Danubio, continua a rifiorire ogni Primavera, dopo 2000 anni di storia. Il valico alpino si prepara a ospitare ciclisti e trekker lungo l’itinerario escursionistico a lunga tratta sulle tracce dei Romani. Tutto ebbe inizio nel 15 a.C., quando il generale romano Druso Maggiore, figlio adottivo di Augusto, decise di aprire un valico nelle Alpi nel corso delle campagne militari in Rezia-Vindelicia e nel Norico, l’attuale Austria. L’immane opera viaria venne conclusa solo 60 anni dopo, nel 46-7 d.C. dal figlio di Druso, l’Imperatore Claudio (41-54 d.C.), per collegare uomini e merci tra l’Adriatico e il Po con le pianure danubiane, a nord dell’Impero.

Dai soldati ai cicloturisti

Primavera sulla Via Claudia Augusta

Lungo la strada, realizzata in primo luogo per gli approvvigionamenti militari, Claudio dislocò delle pietre miliari su cui il suo nome veniva celebrato come quello di un benefattore. Sulla strada circolavano molti mercanti che trasportavano ostriche fresche, vino retico e olive oltre le Alpi. Oggi sono già 200mila i ciclisti che hanno percorso la strada romana da Donauwšrth, in Baviera, verso Altino, vicino a Venezia, oppure fino a Ostiglia, sul Po: secondo un sondaggio rappresentativo del club ciclistico tedesco (Allgemeiner Deutscher Fahrradclub) la Via Claudia è da anni fra i percorsi più amati. Grazie ai servizi navetta sui passi e al comodo bus di recupero, l’itinerario si adatta alle esigenze delle famiglie o dei meno giovani. Per chi non ama stare sul sellino per ore, di nuova realizzazione anche un itinerario escursionistico a lunga tratta sulle tracce dei Romani.

Che tempo che fa

Primavera sulla Via Claudia Augusta

Chi percorre, a piedi o in bici, la Via Claudia Augusta in primavera o in autunno può godere, nel tratto meridionale, di un clima molto più piacevole che durante l’estate. In primavera la strada è letteralmente invasa dai fiori: lo sbocciare della natura nelle Lechauen ad Augsburg, i primi delicati fiori di montagna in Tirolo, la fioritura dei meleti in Alto Adige e in Trentino. Chi ha fortuna potrebbe imbattersi ancora in chiazze innevate sul Fernpass o sul Resia, perfetta per le ultime palle di neve dell’inverno. Se state programmando un viaggio in bici o un’escursione a lunga tratta potrebbe essere utile il nuovo servizio Info Clima su www.viaclaudia.org, per sapere dove, quando e quanto caldo fa. A partire dal primo weekend dopo Pasqua saranno anche offerti itinerari in bici ed escursioni a lunga tratta organizzati per vivere i colori della primavera. (02/03/2012)

LEGGI ANCHE  Il mondo dell'escursionismo ha un nuovo sito: GoodTrekking.it

 

Per informazioni: tel. 0043 664 27 63 555

Condividi sui social: