Mercoledì 29 Marzo 2023 - Anno XXI

Bimbi al museo

Domenica 12 ottobre si celebra la Giornata nazionale delle famiglie al museo. Al progetto hanno aderito 548 enti in tutta Italia. In programma attività didattiche, giochi a tema, laboratori e interattivi. L’idea: rendere la visita più divertente per i bambini… e per gli adulti

Credit: www.famigliealmuseo.it
Credit: www.famigliealmuseo.it

Domenica 12 ottobre sarà la Giornata nazionale delle famiglie al museo. Ottobre è da sempre mese di diverse iniziative, sul fronte culturale e artistico, ma in questo caso l’evento F@Mu 2014 | Il Filo di Arianna, ideato da Kids Art Tourism e organizzato dall’associazione Famiglie al Museo, vuole aprire una breccia in un ambito di crescente interesse sul territorio italiano. I musei aderenti, 548 al 30 settembre, si impegnano a offrire iniziative mirate, con giochi tematici, attività didattiche, laboratori, nello spirito del “Manifesto del museo a misura del bambino” e in pieno contesto social, grazie alla partnership con il progetto #svegliamuseo. Difficile dire come andrà la giornata e se le proposte saranno all’altezza delle aspettative. Gli intenti sono nobilissimi: far divertire i bambini al museo, avvicinarli con iniziative studiate per richiamare la loro sensibilità e, si spera, per farli tornare.

Un’esperienza personale

Il misterioso sorriso della Gioconda...
Il misterioso sorriso della Gioconda…

Portare i bambini al museo, lo sanno bene i papà e le mamme, non è sempre facile. I musei sono spesso in edifici storici, con barriere architettoniche non risolte e spazi difficili da frequentare con passeggini. Il modello espositivo predominante, con gli oggetti esposti in bacheca, le catenelle di fronte ai quadri, il silenzio religioso, non è affare da bambini, che vogliono prima di tutto esplorare, toccare e curiosare. Come ha suggerito a Mondointasca una lettura di Tomaso Montanari, esperto di storia dell’arte, (Alfabeto figurativo. Trenta opere d’arte spiegate ai più piccoli) siamo coinvinti che non sia mai troppo presto per portare un bambino al museo. Io sto ancora pensando a che cosa ha detto il mio, a poco più di due anni, guardando una riproduzione della Gioconda: noi parliamo di un sorriso ambiguo, lui mi disse che la “signora aveva mangiato il sale”. Portare i bambini al museo fa bene e può destare sorprese.

Un museo a misura del bambino

Visita guidata al Museo tattile di Ancona. Credit: www.famigliealmuseo.it
Visita guidata al Museo tattile di Ancona. Credit: www.famigliealmuseo.it

I principi della F@Mu 2014 | Il Filo di Arianna sono dichiarati e pubblici, dato che gli enti sono chiamati a esporre il “Manifesto del museo a misura del bambino”. La stesura del documento è stata realizzata dopo aver consultato, con questionari, mail e commenti al blog, le richieste delle famiglie. Il museo del “domani” – ma sarebbe stato meglio averlo già da tempo – è un’istituzione dal biglietto di ingresso non troppo costoso, con una segnaletica adatta ai più piccoli e un’offerta espositiva studiata. E’ un museo “coinvolgente e indimenticabile”, come si legge nel manifesto, che punta molto sulle esperienze, su spazi interattivi e di confronto, abbandonando le vecchie logiche, ma anche esplicitando le doverose regole di comportamento. Il museo a misura del bambino è, in fondo, nient’altro che un museo moderno, dove finalmente andrebbero con piacere anche gli adulti.

Info: www.famigliealmuseo.it

(08/10/2014)

Condividi sui social: