Lunedì 20 Maggio 2024 - Anno XXII

A Vienna il compleanno di una strada speciale

Si può festeggiare una strada? Certo che si può, se questa si chiama Ringstrasse e si trova a Vienna. Il 1° maggio 1865 l’imperatore Francesco Giuseppe inaugurò ufficialmente i viali del Ring. Nel 2015 la capitale austriaca celebra il suo 150° anniversario con manifestazioni e mostre

Vista su Ringstrasse e Parlamento ©WienTourismus Christian Stemper
Vista su Ringstrasse e Parlamento ©WienTourismus Christian Stemper

All’avvio del 2015 la capitale austriaca festeggia la 150a ricorrenza dell’inaugurazione della Ringstrasse. Le splendide costruzioni lungo il viale (lungo 5,3 km) che racchiude il centro storico della città erano e continuano a essere il teatro principale della vita culturale, sociale e politica di Vienna e di tutta l’Austria. Numerose rassegne straordinarie allestite nel 2015 in diversi musei e gallerie presentano la Ringstrasse in un’ottica del tutto nuova.
Questa arteria è sempre stata lo specchio delle grandi trasformazioni di Vienna: la sua costruzione rappresentò una rivoluzione urbanistica, nei suoi salotti si indossavano le creazioni di moda più attuali e si discuteva degli artisti controversi, e oggi si trova qui l’offerta più poliedrica della città: dai classici spettacoli all’Opera di Stato di Vienna all’evento sportivo Vienna City Marathon, fino allo stravagante Life Ball.
Isabella Rauter, media manager per l’Italia dell’ente turistico di Vienna, sottolinea l’importanza della Ringstrasse per la città e la sua storia: “Nella Ringstrasse si manifesta l’essenza di Vienna. Qui gli ospiti della città possono vivere tutto ciò che ha reso Vienna una destinazione nota in tutto il mondo: il passato imperiale con quella che era la residenza imperiale, la Hofburg, la metropoli della musica e dell’arte con l’Opera di Stato e il Kunsthistorisches Museum, la Vienna gastronomica con i tradizionali caffè e l’equilibrio tra aree urbane e spazi verdi nei giardini della città.”

Contributi letterari

Il Vienna Ring Tram compie tutto il giro del Ring con partenze intervallate di 30 minuti da Schwedenplatz © Wiener Linien
Il Vienna Ring Tram compie tutto il giro del Ring con partenze intervallate di 30 minuti da Schwedenplatz © Wiener Linien

Per l’occasione dell’originale giubileo, l’Ente per il Turismo di Vienna ha invitato tredici celebri autori internazionali, tra cui anche l’italiano Nicola Lecca, il russo Vladimir Sorokin e l’australiano Timothy Bonyhady, a fornire i loro contributi letterari sulla Ringstrasse. Questi testi sono stati pubblicati nella raccolta in lingua tedesca “1865, 2015. 150 Jahre Wiener Ringstrasse – Dreizehn Betrachtungen” (1865, 2015. 150 anni di Ringstrasse – Tredici considerazioni) e sono disponibili nelle librerie. La Ringstrasse fu inaugurata il 1° maggio 1865 dall’imperatore Francesco Giuseppe I, dove un tempo le mura della città proteggevano il centro imperiale di Vienna dai nemici. L’obiettivo era di realizzare qui il più esteso progetto urbanistico della città: costruzioni di rappresentanza imperiali e simboli di una democrazia sempre più solida si alternavano a palazzi della borghesia in ascesa. Su commissione della casa imperiale si costruirono ad esempio il Kunsthistorisches Museum, il Museo di Storia naturale, l’Opera di Stato, la Neue Burg ed il Burgtheater. Tra le “costruzioni per il popolo” furono eretti il Parlamento, il Municipio e l’Università. La ricca borghesia poté acquistare terreni lungo la Ringstrasse e costruirvi magnifici palazzi. Nel periodo della sua fioritura lungo la Ringstrasse si susseguivano ben 27 caffè.

LEGGI ANCHE  Sud Tirolo, colori atmosfere e magie natalizie

Hot spot culturale

Opera di Stato di Vienna ©WienTourismus Christian Stemper
Opera di Stato di Vienna ©WienTourismus Christian Stemper

Ai giorni nostri lungo la Ringstrasse si allestiscono regolarmente numerose manifestazioni, tra cui il Festival della Musica su maxischermo davanti al Municipio, il Festival del Gusto, tutto dedicato ai sapori e organizzato nei giardini dello Stadtpark, e anche prestigiose mostre al Kunsthistorisches Museum. Il proseguimento della Ringstrasse, lungo la sponda del Canale del Danubio, si è trasformato in un vero e proprio hot spot: un mondo urbano di locali con tanti ritrovi tra cui Strandbar Herrmann e Tel Aviv Beach, nonché esempi di architettura contemporanea come il Sofitel Vienna, progettato da Jean Nouvel, che attirano soprattutto un pubblico giovane. Informazioni sulla Ringstrasse e sull’anno del 150esimo giubileo, il 2015, si trovano al sito www.ringstrasse2015.info
Anche questo evento, come i tanti che Vienna ha in programma nel 2015, costituiranno un volano per il costante afflusso di visitatori e turisti. Dopo l’anno record 2013, con in totale di 5,7 milioni di arrivi, (+4,1% in rapporto al 2012) e 12,7 milioni di pernottamenti (+3,7%) Vienna anche nel 2014 continua a registrare nuovi primati: da gennaio a settembre dell’anno in corso sono stati calcolati 4,5 milioni di arrivi (+5,7%) e 8,7 milioni di pernottamenti (+6,3%). Particolarmente cresciute sono le presenze dagli Stati Uniti e dai mercati asiatici. Anche con gli ospiti italiani Vienna ha fatto segnare un forte rialzo: dal gennaio all’agosto 2014 sono stati segnalati 178.649 arrivi (+10,6%) e 451.965 pernottamenti (+12,9%). Con questo risultato l’Italia si pone al di sopra dei livelli del 2012 e occupa attualmente il quarto posto tra i più importanti mercati di provenienza nella classifica internazionale dei pernottamenti (2013: 5° posto).

LEGGI ANCHE  Gli italiani rinunciano anche alle vacanze
Condividi sui social: