Lunedì 22 Luglio 2024 - Anno XXII

Foligno: trekking urbano per star bene e restare in forma

Da sette mesi la cittadina Umbra organizza passeggiate per far scoprire la città: musei, chiese, piazze… ai turisti e ai propri cittadini. Folignocammina “Camminate per la salute” si snoda su otto itinerari e copre un percorso di circa trecento chilometri

Foligno: trekking urbano per star bene e restare in forma

Camminare fa bene alla salute, si sa. Allora perché non pensare di indossare tuta e scarpe da ginnastica e uscire di casa per una passeggiata lungo le strade, le piazze e i vicoli cittadini? Noi l’abbiamo fatto a Foligno dove da ormai sette mesi gli abitanti della città della Quintana, ogni martedì e giovedì sera, sia che faccia bello o cattivo tempo, si danno appuntamento al piazzale R. Atria (parcheggio del Plateatico), per una maxi camminata urbana di gruppo.
L’idea di coniugare benessere e divertimento è di UISP-ORME Camminare Liberi che, insieme al Comune di Foligno, all’USL n° 2, al Coordinamento dei Centri sociali Ancescao, all’Associazione cardiopatici, a Camminare con il diabete, al Masci e all’Avis, ha fatto sì che i folignati ci prendessero gusto a mettersi in marcia. Oltre quindicimila infatti le persone, senza contare i quadrupedi al loro seguito, di ogni età e sesso, anche se c’è una netta prevalenza femminile, che finora hanno aderito con entusiasmo al progetto Folignocammina “Camminate per la salute – Scopri la città” percorrendo un totale di trecento chilometri.

Passeggiare di salute e di cultura

Foligno: trekking urbano per star bene e restare in forma

Fare trekking urbano è sicuramente un modo divertente per tenersi in forma (camminare migliora il tono muscolare, mantiene elastiche le articolazioni, previene l’osteoporosi, migliora il sistema cardiocircolatorio e l’apparato respiratorio, oltre a dare un senso di benessere generale) e al tempo stesso andare alla (ri)scoperta delle bellezze architettoniche e naturalistiche della città. Non a caso prima della partenza, a tutti i partecipanti di Folignocammina, oltre a una bottiglietta d’acqua minerale gentilmente offerta da ditte locali, viene consegnata una scheda informativa sulla storia dei monumenti, degli edifici, delle chiese e delle piazze che da lì a poco si incontreranno lungo il cammino. Mentre a fine passeggiate vengono comunicate le calorie bruciate come ricompensa dello sforzo.

LEGGI ANCHE  Errare, perdersi e ritrovarsi tra boschi di larici e montagne innevate

Otto itinerari per ogni stagione

Foligno: trekking urbano per star bene e restare in forma

Almeno otto gli itinerari adatti a tutti e a tutti i livelli di allenamento (per ogni itinerario è previsto un percorso ad andatura moderata per i meno sportivi della durata di un’ora e uno ad andatura regolare per i più atletici della durata di un’ora e venti minuti), che di volta in volta vengono proposti a rotazione tenendo conto delle condizioni climatiche e della stagione. Così se in primavera-estate le uscite sono più suggestive e permettono di godere della frescura serale passeggiando, muniti di torcia elettrica e di scarpe adeguate a un percorso extraurbano, lungo gli argini e le golene del fiume Topino o attraversando i giardini e gli orti seicenteschi della città. Con l’arrivo dell’autunno-inverno ci si sposta nel centro storico della città andando alla scoperta dei caratteristici vicoli (un percorso di 6,5 Km all’interno di un labirinto viario nato in epoca medievale ed arrivato intatto fino ai giorni nostri); delle chiese e degli oratori (ventotto se si contano anche gli edifici di pregio storico architettonico oggi sconsacrati o andati distrutti durante i bombardamenti aerei americani, come la chiesa della Madonna del Pianto, oggi piazza Giacomini) o delle piazze e piazzette (ventidue se si includono le ultime quattro realizzate dopo la guerra del 1943-1944: Piazza del Suffragio, Piazza Giacomini, Piazza Piermarini e Piazza Don Minzoni).

continua a pagina 2

Condividi sui social: