Venerdì 2 Dicembre 2022 - Anno XX
I ‘Gioielli Italiani’: musei gratis con il biglietto di Expo

I ‘Gioielli Italiani’: musei gratis con il biglietto di Expo

Il biglietto di Expo permette l’accesso gratuito a diciassette tra musei e aree archeologiche sparsi per tutta Italia

Castello Ducale di Agliè, in provincia di Torino
Castello Ducale di Agliè, in provincia di Torino

Il biglietto dell’Expo diventa la chiave per aprire 17 Gioielli Italiani. È questa l’iniziativa messa in campo dal Mibact, che permette l’accesso gratuito a diciassette tra musei e aree archeologiche, dal giorno di apertura di Expo 2015 al 31 ottobre, giorno conclusivo. Basta essere in possesso e conservare il biglietto pagato all’ingresso dei megapadiglioni.
I cosiddetti Gioielli Italiani sono una serie di ‘chicche’, di musei minori disseminati per l’Italia che, grazie all’iniziativa, possono offrire l’occasione di scoprire il patrimonio di arte, cultura e bellezza che l’Italia offre, da Nord a Sud, anche al di fuori dei classici circuiti turistici.

Fra i monumenti visitabili ad ingresso gratuito: il Castello Ducale di Agliè, in provincia di Torino, il Polo Nazionale della Preistoria e Protostoria – MUPRE di Capo di Ponte in provincia di Brescia, la Galleria Nazionale di Palazzo Spinola a Genova, il Museo Nazionale di Palazzo Grimani a Venezia, il Museo Archeologico Nazionale di Cividale del Friuli in provincia di Udine, il Teatro Farnese di Parma, il Museo Nazionale San Matteo di Pisa, il Museo Nazionale del Ducato di Spoleto, il Museo Archeologico Nazionale delle Marche di Ancona, il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma, il Museo archeologico nazionale d’Abruzzo – Villa Frigerj di Chieti, l’Area Archeologica di Altilia- Sepino in provincia di Campobasso, il Museo di Capodimonte a Napoli, il MARTA – Museo Archeologico Nazionale di Taranto, il Museo Archeologico della Basilicata “Dinu Adamesteanu” a Potenza, il Museo Archeologico di Sibari e la Pinacoteca Nazionale di Cagliari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA