Martedì 27 Febbraio 2024 - Anno XXII

Rovaniemi: Babbo Natale salvato dalle renne

Babbo-Natale-e-renne-Rovaniemi

Babbo Natale, Santa Claus, Joulupukki ha rischiato di essere sfrattato per bancarotta. Le renne a motore salvano il villaggio per la gioia di milioni di bambini di tutto il mondo. “ Rovaniemi è la mia patria e così sarà in futuro. Anche quest’anno Natale arriverà e io sarò pronto ad accogliervi tutti ”, parola di Babbo Natale

Rovaniemi Babbo-Natale-con-Jyrki-Niva-CEO-di-Lapland-Safaris
Babbo Natale con Jyrki Niva, CEO di Lapland Safaris

Rovaniemi è una cittadina tranquilla e operosa alla latitudine del Circolo Polare Artico che, con i suoi trentamila abitanti o poco più, sarebbe conosciuta solo nel suo ambito nazionale come capoluogo della Lapponia finlandese se non fosse la residenza ufficiale di Babbo Natale, Santa Claus o Joulupukki. La casa del gran dispensatore di doni che la rende celebre in tutto il mondo, per la gioia dei bambini che gli scrivono a milioni e per rispondere ai quali ha dovuto attrezzare un apposito ufficio postale, nonostante la rete internet che non ha scalfito questa tradizione. Per i bambini e le famiglie che vanno a trovare Babbo Natale anche d’estate, esiste un villaggio attrezzato di cui lui è il divo riconosciuto.
Dopo le allarmate notizie dei giorni scorsi che informavano sulla possibile bancarotta della struttura che ospita dal 1992 Babbo Natale (Joulupukki) nella sua residenza ufficiale presso Rovaniemi, in Finlandia, arriva la tranquillizzante contro-notizia che farà respirare di sollievo i milioni di bambini di tutto il mondo che annualmente scrivono le loro letterine al pacioso patriarca nonché i flussi di visitatori grandi e piccoli che ogni anno arrivano presso il Villaggio. Da giovedì 27 agosto Babbo Natale è salvo con la sua casa, il villaggio e il resto. La società locale Lapland Safaris Group Oy ha rilevato il controllo della società in difficoltà Dianordia, di cui salderà al fisco finlandese il debito di circa 206mila euro. L’ufficio di Joulupukki e l’ufficio postale connesso occupano stabilmente una ventina di addetti. “Rovaniemi è la mia patria e così sarà in futuro. Anche quest’anno Natale arriverà e io sarò pronto ad accogliere a Rovaniemi gli ospiti e i visitatori provenienti da ogni parte del mondo. Vi aspetto numerosi come in passato – e anche di più!”, conferma Babbo Natale in persona.

LEGGI ANCHE  L’Isola dei Pescatori scenario di un evento dedicato ai laghi e ai fiumi

 Chi ha salvato Rovaniemi e Joulupukki

Joulupukki-durante-una-visita-a-Roma-organizzata-da-Finnair,-foto-G
Joulupukki durante una visita a Roma organizzata da Finnair. Foto di Gianfranco Nitti

La storia inizia a Rovaniemi con due amici che nel 1982 avevano quattro motoslitte e il desiderio di condividere i meravigliosi scenari della Lapponia con altre persone. Il piano consisteva nell’organizzare avventure che gli ospiti avrebbero ricordato per tutta la vita. La coppia decise di offrire ai clienti qualcosa di nuovo: avventure organizzate meticolosamente nella natura selvaggia della Lapponia. Il mercato accolse di buon grado la loro idea e Lapland Safaris iniziò a crescere sia in termini di reputazione, sia di dimensioni.
Oggi Lapland Safaris è una delle più grandi agenzie di turismo della Scandinavia, specializzata in attività e avventure, unica azienda in Lapponia a offrire servizi propri in diverse località della Finlandia settentrionale. A Rovaniemi, Luosto, Saariselkä, Levi e Ylläs nonché altre destinazioni quali Olos, Hetta, Pallas e Kilpisjärvi. I safari fotografici con le renne sono una sua specialità. La società ha un portafoglio di circa 150 mila clienti, il 90 per cento stranieri. Insieme al Lapland Hotels, il gruppo costituisce la principale società privata del settore turistico in Finlandia, con 900 addetti. La società acquisita, Dianordia, serve una media di 300.000 visitatori l’anno con un fatturato di 1.800.000 euro.

La fiaba di del Natale e di Santa Claus continua

Il-sindaco-di-Rovaniemi-Esko-Lotvonen-con-Babbo-Natale
Il sindaco di Rovaniemi, Esko-Lotvonen, con Babbo Natale

“Con l’acquisizione decisa, vogliamo assicurare che la fiaba di Babbo Natale e del Natale continui, si evolva e viva nel suo villaggio anche nel futuro” ha dichiarato Jyrki Niva, CEO di Lapland Safaris Group. “Vogliamo utilizzare la nostra competenza nel creare esperienze e sviluppare la casa di Babbo Natale in una attrazione ancora più ricca di magia, anche in cooperazione con altri operatori attivi nell’area per integrare e sostenere la fiaba di Babbo Natale”
Il sindaco di Rovaniemi Esko Lotvonen ha dichiarando che “le basi e la competenza del turismo natalizio a Rovaniemi sono solide e l’acquisizione le svilupperà ulteriormente con il perseguimento di obiettivi comuni”.
Il Villaggio di Babbo Natale è la principale attrazione turistica di Rovaniemi, con decine di imprese che garantiscono ai visitatori un’esperienza natalizia magica e indimenticabile. “In quanto patria ufficiale di Babbo Natale la città di Rovaniemi mantiene la promessa fatta a tutti i bambini del mondo: ogni giorno dell’anno lui accoglie di persona e gratuitamente i visitatori del Villaggio, e così sarà anche in futuro”, assicura il sindaco. Ogni anno, la località è visitata da circa mezzo milione di persone, il 60% proveniente dall’estero.

LEGGI ANCHE  Le regole di abbigliamento nelle sale da gioco italiane
Condividi sui social:

Lascia un commento