Lunedì 6 Febbraio 2023 - Anno XX
Tokyo

Tokyo

Le città dove sono nati artisti famosi

Viaggio alla scoperta di artisti famosi e delle loro città. New York e Jean-Michel Basquiat, il re del graffitismo. Medellìn e Fernando Botero, Tokyo e Katsushika Hokusai, Città del Messico e Frida Kahlo, Mosca e Vasilij Vasil’evič Kandinskij

Città picasso

Pablo Picasso

Se siete viaggiatori e amate anche l’arte, sarete curiosi di scoprire e visitare le città che hanno dato i natali a celebri artisti come Picasso, Canaletto, Botero, Monet, per citarne alcuni, o che sono state fonte di ispirazione per grandi capolavori. Venti città di pittori famosi nel mondo, dall’Italia alla Colombia, passando per New York e Tokyo. Con Skyscanner.it, il motore di ricerca viaggi globale, abbiamo effettuato una ricerca che ci ha fatto scoprire luoghi meravigliosi dove troverete musei a loro dedicati, case da esplorare, statue da ammirare o interi quartieri dove andar a caccia di scorci celebri immortalati sulle loro tele. Tutti luoghi di grande fascino. In questo primo di quattro servizi vi portiamo a New York, Medellín, Tokyo, Città del Messico, Mosca.

Jean-Michel Basquiat, New York – Stati Uniti

Città new-yorkDissacrante e primitiva, la sua arte ha “profanato” i muri di mezza Lower Manhattan per poi trasferirsi su tela nelle gallerie di Soho. Lui è Jean-Michel Basquiat, il re del graffitismo newyorkese insieme a Keith Haring. Dopotutto è nato e morto a New York, una città che negli anni ’80 ha sfoggiato al meglio il suo lato underground. Bomboletta spray, pennarello indelebile e materiali di scarto sono state le sue “armi” e la sua rivoluzione artistica è ancora viva a Brooklyn. Oggi riposa al cimitero di Green-Wood. Il mese più economico per volare ad ammirare le tracce della sua opera è febbraio, quando i prezzi dei voli per New York sono di oltre il 20% più bassi rispetto alla media dell’anno.

Fernando Botero, Medellín – Colombia

Città medellin-colombiaÈ riuscito a rendere “morbida” anche la Gioconda – nel suo dipinto del ’78 la Monna Lisa appare bella paffutella. D’altronde sono le curve l’essenza della sua arte. Lui è Fernando Botero, il più famoso artista colombiano nato a Medellín, città della Colombia incastonata tra la Cordigliera occidentale e la Cordigliera orientale, ieri famosa per il caffè, oggi per i tessuti e le sue opere. Tante delle sue creazioni sono custodite al Museo di Antioquia, mentre la sue sculture in bronzo nella piazza che prende il suo nome, Plaza Botero.

Katsushika Hokusai, Tokyo – Giappone

Città tokyoGli appassionati dello stile ukiyo-e non possono non conoscerlo. Gli altri non ne ricordano il nome, magari, ma ne hanno sicuramente ben presente la “Grande onda di Kanagawa” o le “Trentasei vedute del Monte Fuji”. Katsushika Hokusai è stato un maestro della xilografia: le sue stampe eccentriche e meticolose hanno fatto presto il giro del mondo raccontando quel fantastico mondo antico a tratti futurista chiamato Giappone. Tokyo, una delle mete più ricercate dell’ultimo anno, complici i prezzi dei voli in calo, è la sua città e Sumida il suo quartiere, dove si trova il museo a lui dedicato: The Sumida Hokusai Museum.

Frida Kahlo, Città del Messico – Messico

Città città-del-messicoArtista, attivista, innamorata, arrabbiata, libera ma anche prigioniera, di un corpo o di un’idea. Tutto questo e molto di più è Frida Kahlo, la pittrice messicana più famosa al mondo, una creatura poliedrica nata e cresciuta in un sobborgo di Città del Messico dei primi del ‘900, la cui forza ha superato i confini del Paese della tequila. La sua casa è Coyoacán, una delle 16 delegazioni della capitale, dove in Calle Londres 247, si trova Casa Azul, il suo luogo del cuore dove visse con il suo amore Diego Rivera. Il mese più economico per un viaggio in Messico è febbraio.

Vasilij Vasil’evič Kandinskij, Mosca – Russia

Città moscaLe sue opere si trovano sparse per il mondo, basti pensare al tesoro del Guggenheim Museum di New York. Ma la sua anima resta a Mosca, dove è nato, cresciuto, ha studiato legge e, infine, ha trovato ispirazione per quella che sarà la sua vita da pittore, e non da musicista come doveva essere in principio. La capitale moscovita, con i suoi colori e la sua vitalità, ha rappresentato per lui la più perfetta fusione fra suono e colore. Le sue tele ne sono testimonianza. Imperdibile una visita a The State Tretyakov Gallery.

(1 – continua)

Gli altri articoli

Itinerario d’artista 2: Città nel segno di un artista: da Firenze a Varsavia

Itinerario d’artista 3: Nel segno d’artista, città europee da visitare

Itinerario d’artista 4: Le città attraverso i loro artisti

© RIPRODUZIONE RISERVATA