Domenica 26 Giugno 2022 - Anno XX
Panorama sulle mura delle Cittadella di Davide e Torre di Davide

Panorama sulle mura delle Cittadella di Davide e Torre di Davide

In aumento gli italiani che si recano a Gerusalemme e in Israele

Alla Borsa Mediterranea del Turismo di Napoli presentati l’offerta alberghiera, i siti culturali e la vivace vita notturna. Dall’Open House di Tel Aviv al Festival delle Luci di Gerusalemme.

Gerusalemme_ stagione dei concerti

La stagione dei concerti a Gerusalemme

“I numeri degli arrivi turistici a Gerusalemme sono in forte crescita” – ha affermato Elisa Eterno, responsabile per l’Italia dello Jerusalem Development Authority  in occasione della Borsa Mediterranea del Turismo di Napoli – “la BMT è senza dubbio un’occasione importante nonché una vetrina utile per raggiungere un bacino di viaggiatori fondamentale per la destinazione”. “Con l’offerta alberghiera in continua espansione – ha continuato Elisa Eterno – le innumerevoli attrazioni, i siti culturali di cui la città è ricca, i ristoranti gourmand e la vivace vita notturna, Gerusalemme si candida a diventare una delle mete più desiderate per trascorrere un long-weekend al sapore di arte, cultura, eventi e movida, senza tralasciare una buona dose di emozioni”.
Lo stand dell’Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo  è stato fra i più visitati alla BMT; gli operatori di settore hanno potuto avere esaurienti risposte alle domande, in particolare sulla sicurezza dei viaggi nel paese. “Israele è sicura e si può girare tranquillamente tutto il paese senza alcun problema” ha affermato Avital Kotzer Adari, consigliere per gli affari turistici dell’Ambasciata d’Israele. “Da noi i viaggi individuali, hanno registrato un incrementato del 70% del globale. Gli Italiani che hanno visitato il paese sono stati 90.000 negli ultimi due mesi del 2016, con una crescita del 50%, che continua anche in questi primi due mesi dell’anno in corso con un più 25%” conclude Kotzer Adari.

Israele dove tutto inizia

Gerusalemme Il-City-Center-di-Gerusalemme

Il City Center di Gerusalemme

Israele è anche detta “La Casa di Tutti” poiché e proprio li che tutto ha avuto inizio. La nostra storia culturale di europei e di cattolici ha le radici in Terra Santa, attualmente un “mix” di tutte le culture del mondo, senza eguali in nessuna altra nazione. Il popolo ebraico è giunto in Israele da oltre 150 paesi, portando con sé le proprie tradizioni di provenienza. Un valido motivo per un viaggio è quello della natura rigogliosa e stupenda a cui viene data la massima attenzione. Israele, ci ricorda Avital Kotzer Adari “è piccola come la Lombardia ma ha ben sette zone diverse: a nord la neve sui monti, a sud il deserto. Vi sono poi luoghi unici, come i tre crateri naturali, uno di grandi dimensioni, dei cinque esistenti al mondo”. Ma tanti sono i luoghi che da soli valgono un viaggio, come il mar morto conosciuto per la cura delle malattie della pelle e dell’apparato respiratorio per la concentrazione del bromo.

Le mille luci di Gerusalemme

Gerusalemme Festival-delle-luci-di-Gerusalemme

Festival delle luci di Gerusalemme

Fra i tanti eventi in calendario, il “Festival delle Luci” di Gerusalemme che si celebra anche quest’anno nella città vecchia dal 3 all’11 giugno, accompagnato da mostre e visite guidate. L’evento, che si prevede attirerà oltre 250 mila visitatori, si inserisce in una prestigiosa rassegna di “Festival della luce” che prende vita in molte città in tutto il mondo, tra cui Lione, Glasgow e Lisbona. Nei prossimi giorni riprenderà la campagna di “Israele Two Cities One Break”, ricorda Mariagrazia Falcone Direttore dell’Ufficio Stampa e PR dell’Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo, attraversa la quale si cercherà di comunicare sempre di più le novità della destinazione, dell’Open House di Tel Aviv al Festival delle Luci di Gerusalemme, solo per fare un esempio.

Leggi anche:

Viaggio in Israele per la Pasqua ebraica

Tel Aviv ultima tappa del nostro viaggio in Israele

© RIPRODUZIONE RISERVATA