Giovedì 1 Dicembre 2022 - Anno XX
Oriolo, in provincia di Cosenza

Oriolo, in provincia di Cosenza

Borghi da vivere. La bellezza dei tesori nascosti

La nuova guida proposta dal Touring Club Italiano “Borghi da vivere” è stata pubblicata in occasione dell’Anno dei Borghi. Luoghi autentici, in cui arte, natura, buona cucina e accoglienza sono espressioni della cultura del territorio.

Borghi da vivere 2017

Borghi da vivere, di Albano Marcarini

Borghi da vivere si propone come strumento per andare alla scoperta del ‘cuore’ del nostro Paese. Per scoprirne le eccellenze. Sono tanti i piccoli comuni che hanno molto da offrire. La guida ne individua 222, di cui 11 le new entry del 2017. Si tratta di luoghi dell’entroterra italiano che, ad oggi, hanno ricevuto la certificazione Bandiera arancione dal Touring. Un marchio di qualità turistico – ambientale che il Touring assegna ai borghi che soddisfano oltre 250 rigorosi criteri di valutazione. Sempre più località italiane dimostrano di saper valorizzare il territorio attraverso un turismo attento, intelligente e rispettoso.
Luoghi speciali, ancora poco conosciuti, dove la sostenibilità ambientale, la tutela del territorio e del patrimonio artistico-culturale, la qualità dell’accoglienza, si uniscono per regalare autenticità al viaggio. Pensata dal punto di vista del viaggiatore e della sua esperienza di visita, la Bandiera arancione viene assegnata alle località (con meno di 15.000 abitanti) che godono di un patrimonio storico, culturale e ambientale di pregio, e sanno offrire al turista un’accoglienza di qualità.

Borghi da vivere: Oriolo

Borghi da vivere Oriolo

Altra veduta di Oriolo

Che si parta per un weekend o si progetti una vacanza, merita una visita, per esempio, uno degli ultimi comuni aggiudicatosi la Bandiera arancione: Oriolo, in provincia di Cosenza, è una località inserita in un contesto paesaggistico molto suggestivo e, con un posizione panoramica, si contraddistingue per essere una sorta di “cittadella inespugnabile”. Dall’imponente castello del XV secolo al Palazzo Giannettasio del ‘700, l’attuale città fortificata sorge arroccata su uno sperone di arenaria che domina la valle del Ferro, solcata dall’omonimo fiume. Tutte le località inserite nella guida Borghi da vivere, meritano una visita perché luoghi autentici dove arte, natura, buona cucina e accoglienza sono espressioni delle tradizioni e della cultura del territorio. Il tutto a misura d’uomo, lontano dalla folla e senza spendere una fortuna.
La Bandiera Arancione, simbolo di un’Italia minore, ma non marginale è l’esempio di un’Italia che funziona.
Info per i soci Touring: www.touringclubstore.com

Borghi da vivere – testi di Albano Marcarini, Touring Editore, pagine 240, € 19,90

Leggi anche:

Non sparate sul pianista. Viaggio nel cinema western

Il cuNeo gotico, tesori e itinerari neogotici del cuneese

Atlante dei giardini del Piemonte

© RIPRODUZIONE RISERVATA