Lunedì 15 Luglio 2024 - Anno XXII

Spigolando tra turismo e dintorni

Un velivolo della compagnia EuroflySapevate che… Anche in Kenya, Eurofly ha lasciato in braghe di tela qualche centinaia di pax, sicché è sempre più difficile (tentare di) difenderne l’operato?Eh sì, come commentato dal Tiggì5 domenica 15 aprile, dopo aver lasciato a terra per qualche giorno circa duecento persone tra gli atolli delle Maldive, a distanza di pochi giorni Eurofly ha pensato bene di ripetere l’operazione tra leoni e giraffe africani.Naturalmente si fa per dire, poiché Mombasa & dintorni sono ormai una brutta copia di Torre Pedrera – forse qualche villotta in più invece delle tante pensioni Conchiglia – e chi … Leggi tutto

Un velivolo della compagnia Eurofly
Un velivolo della compagnia Eurofly

Sapevate che… Anche in Kenya, Eurofly ha lasciato in braghe di tela qualche centinaia di pax, sicché è sempre più difficile (tentare di) difenderne l’operato?
Eh sì, come commentato dal Tiggì5 domenica 15 aprile, dopo aver lasciato a terra per qualche giorno circa duecento persone tra gli atolli delle Maldive, a distanza di pochi giorni Eurofly ha pensato bene di ripetere l’operazione tra leoni e giraffe africani.
Naturalmente si fa per dire, poiché Mombasa & dintorni sono ormai una brutta copia di Torre Pedrera – forse qualche villotta in più invece delle tante pensioni Conchiglia – e chi ci va non sa nemmeno dove stiano di casa Nairobi e le meraviglie del Kenya interiore, vedi la magnifica Rift Valley.
A ‘sto punto è il caso che la sullodata compagnia si dia una mossa;  per maggior precisione se la diano i meccanici e gli addetti alla manutenzione degli aerei, nonché coloro che sono preposti alla comunicazione. Le più violenti incazzature sorgono infatti quando il passeggero si sente abbandonato al suo destino; mai che spunti un comunicato (è così impossibile informare un povercrist costretto ad aspettare in un aeroporto, fargli sapere “di che morte muore”?) una notizia, alla quale potrebbe anche seguire un minimo di attenzioni, di assistenza materiale (e invece in questi frangenti non c’è compagnia aerea che informi, non c’è mai uno straccio di hostess che “la conti su” a gente che sarebbe placabile con un paio di balle dette bene).
Quando ciò non accade – e il “pax” appiedato non viene adeguatamente assistito e informato – diventa davvero difficile (tentare di) difendere una compagnia aerea che, come lamentano i Tiggì, impone “odissee” al povero turista  (e vai a dirgli che un aereo che si guasta – fortunatamente a terra – può far parte di quel bel gioco chiamato viaggio e le odissee sono ben altra cosa). A quanto sopra si aggiunga poi la miserella figura fatta dall’addetto stampa Eurofly, beffardamente deriso e (non a torto) preso per i fondelli da quelli di “Striscia la Notizia” (lunedì 16 aprile ore 20.47). Nel (tentare di) leggere il comunicato stampa, almeno una faccia un filino più seriosa e meno pazzeggiante. Suvvia!  

Sapevate che… Se si parla di Cit c’è ancora chi fa piani del “Cavola”?
Eh si, narra infatti TTG Newsletter del 18/4 che Andrea Cavola, segretario nazionale del Sdl (???) a proposito della crisi (si fa per dire, è già bell’e affossata da quel tempo) della mussoliniana Compagnia Italiana Turismo, ha evidenziato la “necessità di scegliere un piano che rilanci il marchio Cit”. Se mai Gossip potesse dare un modesto consiglio suggerirebbe il “piano terra”. Non c’è infatti ascensore che possa sollevare un’azienda decotta, meglio risparmiare la corrente elettrica.  

LEGGI ANCHE  Un Gratta e Vinci ci salverà. Sapevate che...

Sapevate che… Sempre a proposito di Cit (altra info del TTG Newsletter) una procedura di cessione prevede che sia presentata una “manifestazione di interesse (per la Cit)”?
Per il momento sembra ci sia solo un interesse del Cavola.

Sapevate che… Quel diavolo d’uomo (al secolo Berlusconi) è stato cuccato da “Oggi” nel giardino della sua villetta a schiera in Sardegna in compagnia di cinque ragassòle?
A una certa età (può ben dirlo l’estensore di queste umili righe, glorioso “coscritto” del Berlusca) una “badante” può far solo piacere. Il vero problema è che “a chi troppo, a chi niente” (e una bella sgarzolina che ti cambia il pannolone non può che esserti d’aiuto).

Sapevate che… Lapo Elkann desidera che la Coppa America diventi “meno elitaria e più popolare”?
Ma com’è buono lui. Il “poppolo” ringrazia.

Sapevate che… C’è in giro gente che non ha capito niente?
Ad esempio quel giornalista che sulla Gazzetta dello Sport.it online del 18 aprile, ore 12,35 (poche ore prima del match) titolava “Cresce l’attesa per Inter-Roma, si prevede il tutto esaurito malgrado  la giornata lavorativa”. Si, ha scritto “malgrado”, il poveretto, dimostrando di non aver capito niente. Uno è lì, la domenica, in casa a non far niente (non parliamo poi se è al mare o in montagna) e deve prender su e andare allo stadio, che rottura di balle. Vuoi mettere, invece, andare a vedere la partita mollando il lavoro?

Sapevate che… Mercoledì pomeriggio 18 aprile, battendo i giallorossi a San Siro l’Inter avrebbe potuto proclamarsi Campione d’Italia (e invece le ha cuccate, 3 a 1)?
E dire che, la mattinata dello stesso giorno, preparandosi il “desayuno”, l’umile tenutario di questa gloriosa rubrica aveva lasciato aperto il barattolo del caffè affinché “perdesse l’aroma”.

Sapevate che… Nel 2006 a Fiumicino Alitalia ha avuto 450.000 passeggeri in meno?
Così riporta (18 aprile) TTG Newsletter. Mica male, mica. E (se mai ciò fosse vero, come sembra) c’è pure una spiegazione, data da recenti studi sociologici compiuti dai pompieri dell’università di Viggiù.
Abbandonate certe stupide ubbie istero-nazionalistiche, il cittadino ha infatti imparato come scegliere e di chi fidarsi (soprattutto per non restare in braghe di tela in caso di scioperi). E fin quando una compagnia (di fatto “ex di bandiera”) non tornerà a godere di un “monopolio di Stato” (vedi la possibilità che possa tornare di moda il modello “ex” sovietico) e non potrà pertanto “imporre” i suoi voli (escludendo quelli degli altri) sulla linea Roma- Vladivostok (cosa che potrebbe accadere se andassero in porto certe trattative…) quella compagnia è destinata a zompare.

LEGGI ANCHE  Spigolando tra turismo e dintorni
Condividi sui social: