Giovedì 13 Giugno 2024 - Anno XXII

Trekking e bici in Carinzia

Primavera stagione dei viaggi “lenti”. A piedi o in bici per guardare il mondo in modo diverso e “sostenibile”. Iniziamo dalla Carinzia, la regione austriaca tipica per gli specchi d’acqua cristallini costeggiati da piste ciclabili e per il trekking

Passeggiata in Carinzia

Uno sguardo sui laghi
Uno sguardo sui laghi

La Carinzia, la regione più meridionale fra i Lander austriaci, è una meta indicata per una gita tutta natura ora che il clima è più mite. E’ una terra dove l’acqua abbonda: sono 1270 i laghi sul suo territorio, di cui 200 balneabili e tutti con acqua potabile a temperature fino a 28° in estate. I corsi d’acqua sono lunghi in totale 8mila chilometri, le sorgenti curative sono 60 e i ghiacciai 43. Un patrimonio che nel 2004 ha ispirato l’iniziativa intitolata “Carinzia-Regno dell’Acqua”: molte località ed esercizi turistici hanno iniziato a offrire una gamma di attrazioni e manifestazioni a tema.
Quest’anno gli ambasciatori della manifestazione hanno lanciato lo slogan “Vita dell’Acqua” per invitare i turisti a visitare in particolare il lago Millstätter See e le località di Spittal an der Drau, Seeboden, Millstatt, Döbriach, Radenthein, Ferndorf e Fresach.

A piedi sul monte Dobratsch

Camminata a misura di famiglia
Camminata a misura di famiglia

Un weekend potrebbe bastare per fare una camminata al Parco Naturale del Dobratsch vicino alla città di Villach e a qualche chilometro dal confine friulano. In circa due ore si può raggiungere a piedi la vetta del monte ( 2.167 metri) per visitare due antiche chiese: quella “tedesca” o Deutsche Kapelle, e la “Slovena” o Windische Kirche. Una leggenda racconta che i due edifici furono entrambi eretti dopo l’apparizione della Vergine Maria nel 1690.
Un percorso alternativo potrebbe essere quello geologico. Si tratta di un sentiero didattico attraverso cinque stazioni geologiche che indicano le diverse formazioni rocciose del Dobratsch.
Chi non se la sente di salire fino in vetta può fare invece una sosta al giardino botanico alpino “Alpengarten Villach”: su un’area di 10mila metri quadrati sono racchiuse 800 specie vegetali divise in 25 ambienti naturali.
Un’altra idea è l’escursione al Parco Nazionale Nockberge. I Nockberge devono il nome alla loro forma. Sono cime che si elevano e culminano in panettoni arrotondati, coperti d’erba, e in lunghe creste collegate fra loro e percorribili senza pericolo. Il parco nazionale è accessibile anche con una strada panoramica a pedaggio e numerosi sentieri d’alpeggio.

LEGGI ANCHE  Madeira 3: Funchal a piedi e in slitta

In bici lungo la Drava e…

Commentando il panorama
Commentando il panorama

La principale arteria idrica della Carinzia è seguita da una delle più belle piste ciclabili delle Alpi. Da Dobbiaco a Lienz, la Drava è un affluente del Danubio che scorre attraverso la Val Pusteria, passando davanti alle Dolomiti di Lienz fino al capoluogo del Tirolo Orientale. Si può proseguire anche attraverso la Oberdrautal, l’Alta Valle della Drava, e lungo il percorso deviare verso la città romana di Aguntum. Anche a Lurnfeld si incontrano scavi romani: quelli della città di Teurgia a poca distanza da Spittal. Da qui si continua in gran parte lungo la sponda della Drava arrivando a Villach.

…sulle Alpi Carniche

Verso la vetta
Verso la vetta

Un altro interessante itinerario ciclabile è quello nella Carnia Austriaca: da Kötschach-Mauthen a Villach il percorso segue il fiume Gail e le Alpi Carniche oltre le quali si trova il Friuli. La pista è abbastanza tranquilla, l’ideale per le gite con tutta la famiglia. I mountain-biker si spingono su fino ai terreni impegnativi dell’alta montagna, e talvolta anche oltre il confine. L’arena naturale della Carinzia offre oltre 800 km di percorsi segnalati per mountain-bike.

La Kärnten Card

Sosta al parco divertimenti
Sosta al parco divertimenti

Valida dal 13 aprile al 26 ottobre 2008, la Kärnten Card è una tessera che permette di usare o visitare gratis (anche più di una volta) musei, strutture turistiche, strade panoramiche, funivie, battelli di linea, piscine e parchi divertimenti. La carta è acquistabile negli uffici turistici della Carinzia.
La tessera da 2 settimane costa 35 euro per gli adulti, 14 euro per i bimbi nati tra il ’93 e il 2001, mentre è gratis per chi è nato dopo il 2001 e dal terzo figlio in poi.
Per informazioni più dettagliate vi rimandiamo al sito tradotto anche in italiano (www.kaerntencard.at) da cui si può scaricare la brochure.

LEGGI ANCHE  Chopin e George Sand a Maiorca

Europei di calcio 2008

Nel mese di giugno, inoltre, tappa obbligata in Carinzia per gli amanti del pallone. I Campionati Europei 2008, la terza manifestazione di calcio più importante a livello internazionale, si terrà in Austria e in Svizzera e una delle 8 località in cui saranno disputate le partite di calcio è proprio la Carinzia. L’appuntamento è per l’8, il 12 e il 16 giugno nel capoluogo Klagenfurt, all’interno del nuovo stadio sul lago Wörthersee.

Come arrivare in Carinzia

Trekking e bici in Carinzia

In auto
Da Milano: autostrada A 4 in direzione Padova/Venezia, autostrada A 23 verso Udine-Tarvisio (confine stato) – direzione Villach (circa 4-5 ore).

Da Bologna: autostrada A 13 in direzione Padova/Venezia, autostrada A 23 verso Udine-Tarvisio (confine stato) – direzione Villach (circa 3 ore e mezza). Occorre munirsi di bollino autostradale.

Dall’Alto Adige: superstrada Val Pusteria in direzione S. Candio/Innichen (confine stato) – direzione LienzOsttirol – Spittal/Drau, pendenza media 4,5%. Non è necessario il bollino autostradale (solo sulla A10 Spittal/Drau-Villach).

In treno
Le ÖBB, le Ferrovie Austriache, offrono un nuovo collegamento diretto dal Veneto e dal Friuli per la Carinzia. Con i treni ÖBB EuroCity si possono raggiungere giornalmente città come Villach e Klagenfurt o la regione di villeggiatura del Wörthersee con fermate a Velden e Pörtschach. Nei mesi estivi il treno ha una speciale carrozza per il trasporto delle biciclette.
I biglietti da Venezia a Klagenfurt partono da 19 Euro inclusa la prenotazione del posto a sedere. Da Conegliano/Pordenone/Udine a Klagenfurt il costo è di soli 10 euro. Ulteriori riduzioni anche per bambini (a partire da 5 euro), gruppi, senior e junior.

Per informazioni:

Ente Regionale per il Turismo della Carinzia
Kärnten Information
Casinoplatz 1
9220 Velden, Austria
Tel.: 0043(0)463/3000
www.carinzia.at
info@carinzia.at

LEGGI ANCHE  Ultimi bagni d'autunno a Kos

Ufficio turistico della regione di Villach
Töbringer Straße 1
9523 Villach-Landskron
Tel.: +43/(0)4242/42000
office@region-villach.at
www.region-villach.at

Ferrovie tedesche, svizzere e austriache a Milano
Tel. 02-67479578
www.dbitalia.it

Per ottenere la Kaernten Card
www.kaerntencard.at/

Euro 2008 in Carinzia
www.calcio.carinzia.at

Condividi sui social: