Sabato 20 Luglio 2024 - Anno XXII

Aerei e fumetti. Vite parallele

“Fumetti con le ali”. Così era intitolata una mostra che si è tenuta nelle sale del museo “Giovanni Caproni” di Trento. Dai pionieri capaci di inventare, sviluppare l’aeroplano, ai fumettisti, in grado di farci volare con la fantasia

Nuovi eroi dalle matite di Pratt e Manara

Roberto Diso “Mister No”, © Sergio Bonelli Editore, 1975
Roberto Diso “Mister No”, © Sergio Bonelli Editore, 1975

Nel secondo dopoguerra in Italia il fumetto ispirato al volo porta firme di prima grandezza, come quelle di  Hugo Pratt e Milo Manara. L’ ultimo volo è il titolo emblematico di una storia di quest’ultimo. “L’angelo della finestra d’Oriente è una storia di Pratt ambientata sulla  Laguna di Venezia, durante la prima guerra mondiale”, cita Zanotto “È la vicenda di una falsa paralitica che di notte fa segnalazioni agli aerei nemici. Pratt ritorna a raccontare la prima guerra mondiale e il volo in La bandiera dell’oro, una storia ambientata nel cielo di Carole, il cui incipit vede un pallone aerostatico equivocare dei segnali luminosi e a sua volta inviare informazioni sbagliate. In questa storia il volo è vissuto come avventura e il protagonista non poteva che essere Corto Maltese”.
Parlando di volo e fumetti, non si può dimenticare il nome di Ferdinando Tacconi, appassionato di aviazione, conosciuto come l’ “Uomo degli aerei” per l’enorme mole di storie ispirate all’aviazione. Fondamentale la sua serie Il sogno di Icaro, una esaustiva storia del volo apparsa nel 1994 sulle pagine de “Il Giornalino”.

Dai fumetti francesi a quelli delle Twin Towers

‘The Commission Report 9/11’
‘The Commission Report 9/11’

La rassegna non si è occupata solo di fumetti classici ed è arrivata, come detto, anche alla produzione dei nostri giorni, così diversi dall’epoca d’oro dei comics e dell’aviazione.
“Gli editori di fumetti parlano sempre più di caduta delle vendite”, spiega Zanotto, “e i fumetti si rivolgono sempre più a un pubblico adulto. In Francia, ad esempio, sono molto diffuse le edizioni cartonate rivolte proprio ad un pubblico di élite”. Anche l’aviazione non ha più il gusto dell’impresa pionieristica e le macchine volanti fanno parte di una realtà di tutti i giorni, quasi di routine.
Così i fumetti si immergono sempre più nella realtà, anche quando parlano di aviazione. “Nella sezione ‘Cieli di guerra’, ‘Mission Kimono’ è una storia che fa parte di una serie francese di otto volumi dedicati all’aviazione civile e militare. La missione è ambientata nel 1990 in Bowanda, ex colonia francese in rivolta. Gli elicotteri della marina sono impegnati nel recupero di tre ufficiali tenuti ostaggio dai ribelli. In fumetto è finito anche il ‘The Commission Report 9/11’, ovvero il rapporto della commissione americana sugli attacchi aerei terroristici dell’11 settembre alle Twin Towers. Sid Jacobson e Ernie Colòn ne hanno fatto una versione disegnata. Lo stesso drammatico fatto è stato oggetto dell’amaro sarcasmo di Art Spiegelman, il celebre autore di Maus, nel suo L’ombra delle torri”.

LEGGI ANCHE  La figlia di Yuri Gagarin inaugura a Prato "Lo stile dello zar"

Anche per Tarzan e Snoopy, avventure fra le nuvole

‘The Commission Report 9/11’
‘The Commission Report 9/11’

Sarà nostalgia o amore per le cose polverose, ma le tavole più coinvolgenti sono quelle dal sapore di altri tempi. In un episodio del 1929 si scopre che Tarzan non ha volato solo attaccato alle liane. L’uomo della jungla corre il rischio di restare vittima di predoni, ma il volo e un guizzo di genio gli vengono in soccorso. Con pelli e caucciù riesce a realizzare una mongolfiera con la quale può sfuggire a chi lo braccava. Altro che bagno nella realtà! È il trionfo dell’avventura e della fantasia, proprio come il bracchetto Snoopy dei Peanuts di Charles M. Schulz.
Gli basta una sciarpa al collo per trasformare la sua cuccia in aeroplano e sfidare il Barone Rosso in persona. È solo un fumetto, certo, ma capace di renderci più stimolante e avventurosa persino la più banale delle nostre giornate.

Condividi sui social: