Martedì 16 Aprile 2024 - Anno XXII

Grande musica in grandiose scenografie

Sino al 22 agosto parchi, chiese e altri luoghi significativi della Provenza fanno da palcoscenico a 96 concerti dal barocco al jazz

Il parco del castello di Florans
Il parco del castello di Florans

Undici siti naturalisti e storici della Provenza, in Francia, ospitano dal 24 luglio al 22 agosto il Festival International de Piano de La Roque d’Anthéron, giunto alla XXIX edizione. Un ricco e variopinto programma composto da un centinaio di concerti, che offre un repertorio che spazia dalla musica barocca alla contemporanea e al jazz con grandi interpreti del calibro di Katia e Marielle Labèque, Pierre-Laurent Aimard, Nelson Freire e Martha Argerich, Aldo Ciccolini o Grigory Sokolov. Oltre ad altri pianisti emergenti. In cartellone anche musica per clavicembalo e organo e musica vocale.

 

Gli altri concerti

Le cave di pietra di Rognes
Le cave di pietra di Rognes

La cornice è quella della Provenza: dalla conca acustica del Parco del Castello di Florans a La Roque d’Anthéron, sorvegliata da sequoie e platani maestosi al chiostro della cistercense abbazia di Silvacane; dalle scenografiche cave di pietra di Rognes alla Chiesa protestante di Lourmarin; dal Grand Théâtre de Provence a Aix-en-Provence, inaugurato due anni fa, al Théâtre de Terrasses a Gordes; dall’Etang des Aulnes a St-Martin de Crau al Museo Granet di Aix-en-Provence; dalla Chiesa de Cucuron alla Château-Bas Mimet e la Sala della festa a La Roque d’Anthéron. Gran parte dei luoghi che ospitano gli appuntamenti del Festival si trovano nel Luberon: una delle aree più belle della Provenza, con i suoi paesi arroccati inondati di luce, i vigneti che crescono all’ombra dei nuraghi e i mercati coloratissimi, territorio d’eccezione tanto amato da Cézanne e Van Gogh. (17/7/09)


Per saperne di più:

www.festival-piano.com

LEGGI ANCHE  Milano, la città di Gio Ponti
Condividi sui social: