Martedì 18 Giugno 2024 - Anno XXII

Federalberghi: “Il 2010 parte in salita”

Meno scampagnate primaverili nel 2010“Il turismo nel 2010 non beneficerà di alcuni tra i ‘ponti’ a maggior valenza economica”. È la considerazione di Bernabò Bocca, presidente di Federalberghi-Confturismo, a fronte del calendario del nuovo anno. “Le difficoltà economiche affrontate nel corso del 2009 sia da parte degli italiani sia degli stranieri -prosegue Bocca- potrebbero quindi trovare un ulteriore freno in Primavera quando sia il ‘ponte’ del 25 aprile, che cadrà di domenica, sia quello del 1° maggio, che cadrà di sabato, faranno mancare il loro importantissimo apporto economico al settore.“I 5 veri ‘ponti’ turistici -aggiunge Bocca- 25 aprile, 1° maggio, … Leggi tutto

Meno scampagnate primaverili nel 2010
Meno scampagnate primaverili nel 2010

“Il turismo nel 2010 non beneficerà di alcuni tra i ‘ponti’ a maggior valenza economica”. È la considerazione di Bernabò Bocca, presidente di Federalberghi-Confturismo, a fronte del calendario del nuovo anno. “Le difficoltà economiche affrontate nel corso del 2009 sia da parte degli italiani sia degli stranieri -prosegue Bocca- potrebbero quindi trovare un ulteriore freno in Primavera quando sia il ‘ponte’ del 25 aprile, che cadrà di domenica, sia quello del 1° maggio, che cadrà di sabato, faranno mancare il loro importantissimo apporto economico al settore.

“I 5 veri ‘ponti’ turistici -aggiunge Bocca- 25 aprile, 1° maggio, 2 giugno, 1° novembre e 8 dicembre, muovono abitualmente circa 28 milioni di italiani, che preferiscono mete nazionali, attivando un giro d’affari vicino ai 7 miliardi di euro”.

Dal monitoraggio costante dei singoli ‘ponti’ che Federalberghi-Confturismo da anni effettua, emerge “come il primo semestre del 2010 -conclude Bocca- avrà un ‘buco’ di oltre 3,2 miliardi di euro di spese turistiche degli italiani per viaggi compiuti essenzialmente nel Bel Paese: un handicap per il quale occorre compiere una attenta riflessione”. (12/1/2010)

LEGGI ANCHE  Viaggi low cost con l'offerta invernale di Ryanair
Condividi sui social: