Sabato 13 Aprile 2024 - Anno XXII

Coquillage e collezionismo per cene gourmet

Un angolo di Atlantico, con i suoi prodotti freschi, nella vecchia Torino. Ma anche una raccolta di oggetti e di arredi dei primi anni del boom economico nostrano

Coquillage e collezionismo per cene gourmet

Nel centro di Torino, a pochi passi dai Murazzi, La Bourriche è un nuovo ristorante per gli amanti del coquillage e del crudo. Ma anche per gli appassionati di collezionismo. I proprietari, infatti, hanno arredato il locale in stile “anni Cinquanta”, creando un’atmosfera piacevole e rilassante. La sala è un piccolo museo che ogni giorno cambia leggermente il suo allestimento per lasciar spazio, di volta in volta, a oggetti rari: i poster anni ’50 alle pareti, i mitici palloni della Juventus, le automobili giocattolo del primo dopoguerra.

I tavoli sono tutti recuperati da vecchi bistrot francesi, con le gambe dei tavoli dipinte di rosso, giallo, blu e verde: un omaggio alle vecchie auto da corsa.

Nel menu, le aragoste, gli astici, i granchi, gli scampi, i gamberetti rosa e grigi, le mandorle di mare, le cozze e, insieme a tanto altro, anche naturalmente le ostriche. Tutto il coquillage arriva fresco dalla Bretagna, dal Calvados, dalla Manche, dall’Irlanda, dall’Islanda e dalla Galizia.

Collezionismo, frutti di mare e “golosità” varie

Coquillage e collezionismo per cene gourmet

In un locale dove ogni dettaglio è una piacevole sorpresa, è da notare la scelta degli aceti francesi a base di mango, fico, pomodoro, frutto della passione, peperone, fragola e ribes, da abbinare ai frutti di mare o alle insalate. Pane e grissini, poi, vengono presentati in tavola nei vecchi barattoli delle ostriche. Per chi vuole un’alternativa al coquillage, il menù propone filetti e tartare di pesce crudo, salmone scozzese e norvegese e alcune specialità stagionali francesi. Da provare, poi, il cous cous proposto con le verdure, il surimi e i gamberi. Spazio anche ai piatti legati ai sapori della terra: gli affettati toscani, in arrivo da Greve in Chianti, la selezione di formaggi vaccini, ovini e caprini e i filetti o la tartare di carne. Dopo cena o prima di sedersi a tavola, viene offerta agli ospiti un’altra sorpresa: una piccola sala al piano inferiore dove sono esposti oggetti sempre nuovi. Il divano è il sedile posteriore “Frau” della Thesis, le vetrinette sono piene di pezzi rari. Dal giocattolo rimasto nei ricordi d’infanzia alla macchinina dei sogni. Come la “Lucciola”, automobile giocattolo elettrica a tre ruote.

LEGGI ANCHE  Treviso, dove il vino è "mitteleuropeo"

 

Per informazioni: La Bourriche, via Giolitti 52/A Torino – tel.: 011-0203113, indirizzo e-mail: info@labourriche.it. Orari di apertura 12.30-14.30 e 20-24. Chiuso la Domenica.

Condividi sui social: