Venerdì 5 Marzo 2021 - Anno XIX
Turismo estetico: andare in vacanza e tornare col seno nuovo

Turismo estetico: andare in vacanza e tornare col seno nuovo

La ricerca della bellezza per se stessi e per apparire. Per farsi desiderare e per farsi invidiare è il sogno di molte donne. Un fenomeno che investe anche molte giovanissime. A una domanda in crescita gli operatori rispondono col Turismo estetico. Pacchetti vacanza e intervento estetico a prezzi “low cost”

Tunisia
Tunisia

In Tunisia per rifarsi il seno, in Croazia per avere un viso più giovane, in Romania, Bulgaria e Ungheria per regalarsi un sorriso perfetto. Causa crisi è probabile che sempre più italiani, ma non solo, organizzino un viaggio all’estero per diventare più belli a costi accessibili.

Pacchetti viaggio tutto compreso

Tunisia, Barceló Carthage Thalasso
Tunisia, Barceló Carthage Thalasso

Pacchetti viaggio con intervento estetico incluso si trovano senza troppa fatica su internet.

Gli operatori si chiamano Chirurgia e Vacanze, Cosmetica Travel, Eureka Esthetique, Estetica Più ma ne nascono di nuovi in continuazione. Una volta acquistata la vacanza ritocco online, si parte (meglio se con un interprete) e ci si opera. E dopo due giorni di convalescenza in ospedale ci si rilassa in un albergo, magari a bordo piscina, prima di fare ritorno a casa.

In caso di piccoli ritocchi si può addirittura pianificare l’intervento il week-end per fingere, una volta ritornati in patria, che il viso ringiovanito sia frutto solo della villeggiatura.

La bellezza diventa un sogno accessibile salvo complicazioni

Romania, la capitale Bucarest
Romania, la capitale Bucarest

Non è infrequente che i clienti-pazienti che hanno approfittato di pacchetti viaggio-intervento siano poi rientrati in Italia con la necessità di intervenire nuovamente, presentando situazioni molto più complicate da risolvere.

I rischi sono in agguato. E soprattutto bisogno sapere che alcuni importanti inconvenienti legati all’intervento chirurgico compaiono solo dopo un mese dall’intervento. Per sapere se l’intervento è riuscito bisogna addirittura attendere sei mesi. In caso di un secondo viaggio o di un eventuale intervento correttivo molte organizzazioni prevedono il rimborso. In ogni caso meglio avere il dottore a portata di mano. E se proprio non si vuole rinunciare all’idea di andare al’estero per diventare/sentirsi più belli?

© RIPRODUZIONE RISERVATA