Domenica 25 Febbraio 2024 - Anno XXII

I gay tedeschi si amano a Roma

Difficile crederlo visto il trattamento che ci riserva Angela Merkel. Eppure la guida di viaggi omosex Spartacus la pensa così. E un fiore all’occhiello della Città eterna l’ha scovato Mondointasca.org

La mappa della vita notturna capitolina

Notte di festa al Muccassassina
Notte di festa al Muccassassina

Come ci si poteva aspettare a renderla unica sono anche le sue bellezze architettoniche, tutta la storia che trasuda dai suo palazzi, vie, strade. Girare per Roma equivale a fare un salto nel passato. Ma oltre alle attrazioni artistiche e culturali, Roma viene elogiata per la frizzante vita notturna che si consuma nei numerosi locali gay. Da provare: il Coming out, in via San Giovanni in Laterano, dove la qualità dei cocktail è decisamente alta; l’Alibi, in via Monte Testaccio, club adatto anche per metrosexual, che dà spazio a concerti e esibizioni di drag queen; il Garbo, in Vicolo Santa Margherita a Trastevere, che propone aperitivi con degustazione di specialità locali. Infine, conclude Spartacus, “uno dei più vecchi e storici locali d’Europa, il Muccassassina, in via di Portonaccio, noto per i suoi eventi dance con drag queen e travestiti”.

Quando il bed & breakfast diventa LGBT

La terrazza panoramica di Domus Valeria
La terrazza panoramica di Domus Valeria

E una volta arrivata sera dove andare a dormire? Anche sotto questo profilo, aggiungiamo noi, Roma ha molto da offrire anche per ogni tipo di tasca. Il nostro consiglio è di provare Domus Valeria. Un accogliente LGBT B&B situato nel centro storico della città gestito da Marco Valerio (l’intervista a Marco Valerio sarà pubblicata venerdì 3 agosto). Un grande appassionato di viaggi che da qualche anno ha deciso di aprire il suo appartamento al piano attico di Palazzo Saulini, uno degli edifici storici più prestigiosi di Via del Babuino, costruito nel XVIII secolo, ai turisti di qualsiasi inclinazione sessuale “con grande accoglienza e senza alcuna distinzione”. Anche per “condividere – si legge sul sito del B&B – un po’ del mio spazio e del mio tempo con altri viaggiatori: magari mi parlerete del vostro paese mentre vi preparo la colazione”. Breakfast che, se consumato in terrazza (uno spazio di circa 100mq) non potrà che essere indimenticabile e non solo per l’abilità ai fornelli di Marco Valerio. Da qui si gode, infatti, una vista impagabile su Trinità dei Monti e l’Accademia di Francia. Saltare la colazione sarebbe un vero delitto. Per informazioni: www.domusvaleria.it.

LEGGI ANCHE  e_mob, il futuro della mobilità elettrica è qui

(27/07/2012)

Condividi sui social: