Lunedì 24 Gennaio 2022 - Anno XX
“Eco” e “Supercar” sotto il cielo di Ginevra

“Eco” e “Supercar” sotto il cielo di Ginevra

Domenica 17 marzo termina il Motor Show di Ginevra. In vetrina il meglio del mondo dell’auto: 130 anteprime mondiali, 900 vetture esposte, 260 espositori. Con il debutto della Cina

La Lamborghini Veneno
La Lamborghini Veneno

 

Il Salone dell’Auto di Ginevra è una delle esposizioni più interessanti e attraenti del settore, tanto da essere annoverato tra i “Top 5” al mondo. È una vetrina aperta sull’universo delle quattro ruote, con le ultimissime tecnologie e i nuovi design proposti dall’industria automobilistica e con numeri che parlano di 260 espositori su una superficie di 110mila metri quadrati. L’83esima edizione del Salone, in apertura fino al 17 marzo, ha permesso di scoprire, tra le circa 900 vetture esposte, oltre 130 anteprime mondiali ed europee con nuovi espositori come la marca cinese Qoros che ha scelto Ginevra per il suo debutto in Europa.

Un salone a due facce: “Eco” e “Supercar”. Quello di Ginevra è stato il primo Salone internazionale a dare spazio dal 2009 a un settore specificatamente dedicato ai motori alternativi e ai carburanti rinnovabili. Da allora, le tecnologie finalizzate al risparmio o alternative si sono evolute, tanto da rappresentare oggi oltre il 10% dei circa 900 veicoli esposti, con emissioni di CO2 non superiori ai 100g/km. Un segnale importante dell’enorme flessibilità e capacità di innovazione da parte dell’industria automobilistica. Il manifesto del Salone è un connubio di innovazione e rispetto dell’ambiente, come dimostra la presenza della nuova centrale fotovoltaica, posizionata sul tetto del Palaexpo. La centrale permette di produrre una parte dell’energia consumata dagli espositori.

Il successo delle ibride

La nuova C3
La nuova C3 “Hybrid Air”

Tra le auto più interessanti dal punto di vista del risparmio energetico, la francese Peugeot ha presentato un concept Hybrid Air, con un innovativo motore ibrido in parte a benzina e in parte ad aria compressa. Anche la Citroën ha portato a Ginevra la nuova C3 “Hybrid Air”, che consente di fare quasi 35 km con un litro di benzina e che funziona in tre modalità benzina, air a zero emissioni e combinata tra le due. La Volkswagen ha presentato soluzioni innovative sulla nuova XL1, coupé due posti, dotata di tecnologia ibrida plug-in: composta da un motore termico Diesel TDI da due cilindri da 0,8 litri di cilindrata e da un motore elettrico. La Toyota ha espresso un nuovo concetto di mobilità urbana attraverso il prototipo i-ROAD, un “due posti” compatto e senza emissioni inquinanti. L’Audi A3 Sportback g-tron, variante della nota compatta della casa tedesca, è alimentata a gas naturale e vanta emissioni di CO2 fino a 95g/km; il motore di 1,4 litri eroga 110 cv e può essere alimentato a gas o a benzina.

Le Supercar, “concept” da tre milioni di euro

Regina delle supercar,
Regina delle supercar, “La Ferrari”

La seconda faccia di Ginevra 2013 è rappresentata dalle supercar: “La Ferrari”, il cui nome rappresenta la summa tecnologica delle auto del Cavallino Rampante è prodotta in edizione limitata di 499 esemplari al costo di circa 1,5 milioni di euro. È anche la prima Ferrari con motore elettrico capace di garantire un’emissione di CO2 inferiore del 50% rispetto alla precedente Enzo, abbinato ad un V12 6.3 a benzina di 800 cv. Ha prestazioni incredibili, da 0 a 100 km/h in meno di 3 secondi, grazie anche alla linea aerodinamica.

La McLaren P1 è dotata di un innovativo sistema ibrido che abbina il V8 da 3,8 litri sovralimentato con un motore elettrico che insieme erogano 916 cv. La vettura può viaggiare in modalità EV (a emissioni zero) per circa 20 km ad una velocità non superiore ai 50 km/h, adatta agli spostamenti urbani. Il prezzo partirà da circa un milione di euro.

Infine, la Lamborghini Veneno, una impressionante concept da corsa omologata per l’uso su strada, sarà prodotta in soli 3 esemplari per celebrare il 50° anniversario della casa. Il costo sarà di 3 milioni di euro (più tasse). Il motore è un V12 di 6,5 litri che eroga 750 cv 2 e il design è stato studiato per trasmettere forti emozioni e garantire prestazioni ottimali. Una vera “dream car”.

(14/03/2013)

© RIPRODUZIONE RISERVATA