Lunedì 22 Luglio 2024 - Anno XXII

Dove va il turismo?

A febbraio, come ogni anno, si svolge a Milano la Bit, la fiera specializzata del turismo. Un periodo dell’anno nel quale si cominciano ad avere le prime analisi dei dati dell’anno precedente e delle tendenze di quello in corso. Occhi puntati su Expo 2015 come traino per l’incoming

Dove va il turismo?

A pochi giorni dall’inaugurazione della Bit (Borsa internazionale del turismo) che si terrà al Polo di Rho-Pero della Fiera di Milano dal 13 al 15 febbraio prossimi, sono state svelate le tendenze per il 2014 del turismo. In generale, secondo gli studi dell’UNWTO (l’Organizzazione per il Turismo delle Nazioni Unite), il mondo dei viaggi, nel 2013 ha segnato un incremento del 5% superando (in anticipo sulle previsioni) il miliardo di viaggiatori.

Tra le regioni con i migliori risultati il Sudest asiatico (+10%), l’Europa Centrale e dell’Est (+7%), il Nord Africa (+6%) e l’Europa Meridionale e Mediterranea (+6%). Anche per il 2014 si prevede una crescita di questi numeri già di per sé enormi, anche grazie ai nuovi mercati; la Russia ha visto aumentare del 29% la spesa dei suoi turisti all’estero con oltre 43 miliardi di dollari.

Dallo scorso anno numero uno assoluto è la Cina con 102 miliardi di dollari, e ancora in robusta crescita (+22%). Anche il Brasile ha registrato un incremento consistente (+15%). L’Italia è sempre amata dagli stranieri. L’ultimo rapporto CISET conferma che i turisti esteri arrivano soprattutto dai mercati emergenti: dinamiche fortemente positive sono attese da qui ad aprile per i turisti provenienti da Brasile, Russia, India e Cina, dall’Europa dell’Est (in particolare Polonia) e dall’Argentina. Previsto un leggero aumento dei turisti da Germania, Giappone e Stati Uniti. Stabili i britannici, dopo alcuni semestri in calo, mentre ancora in flessione i turisti francesi e italiani.

Turisti italiani, l’identikit

Dove va il turismo?

Secondo l’Osservatorio Nazionale del Turismo, nella prima metà del 2013, gli italiani che hanno fatto almeno una vacanza sono stati 23,4 milioni, circa 3 milioni meno rispetto allo stesso periodo del 2012 (-12,2%). Questi, tuttavia, hanno generato un numero di vacanze superiore, 36,5 milioni (+1,2%). Di queste, quasi 10 milioni si sono svolte all’estero, con un aumento significativo sull’anno precedente (+14,6%). Scendono invece le vacanze in Italia, -3%, attestandosi a 26,7 milioni.

LEGGI ANCHE  La Toscana punta sullo smart tourism con Nemech

Dall’analisi di questi viaggi emerge una spiccata preferenza per capitali, città d’arte e romantiche (balzate dal 37,8% dei viaggi internazionali nel 2012 al 67,8% nel 2013) e una marcata riduzione delle vacanze di mare all’estero (dal 53% del 2012 al 38%).

In Italia, le aree più visitate rimangono il Centro e il Nordovest (26,4% e 25,9% dei viaggi domestici rispettivamente) mentre a livello di singole regioni vincono Lombardia e Lazio (11% ciascuna) seguite a strettissima distanza dalla Toscana (10,7%). 

Expo 2015 come volano

Dove va il turismo?

Tra le tendenze, il rapporto di Trademark Italia “Dove vanno in vacanza gli italiani” evidenzia, in ascesa i viaggi in treno (+7,5), le vacanze all’aria aperta (+6,4%) e le crociere nel Mediterraneo. Buone preferenze anche per le vacanze “slow” in generale (+5,1%) e le vacanze verdi (+3,6%). Tra le altre tendenze: i bed & breakfast e, soprattutto, l’Expo 2015 a Milano. Si attendono 20 milioni di visitatori, dei quali il 30-40% provenienti dall’estero. Sarà un volano per il turismo incoming non solo verso la Lombardia ma verso tutto il Paese, anche grazie alle iniziative collegate che moltissimi territori italiani stanno pianificando per il semestre dell’Esposizione. La Bit 2014 è partner dell’organizzazione di Expo 2015, alla quale dedicherà il workshop specifico Bit BuyExpo2015 al quale sono ospitati oltre 1.000 compratori specializzati provenienti da 64 Paesi, le rappresentanze più cospicue vengono da USA, Russia, Regno Unito, India, Brasile, Paesi Bassi, Cina, Francia, Spagna e Canada. Tra l’altro, il 54% di costoro partecipa per la prima volta.

(04/02/2014)

Condividi sui social: