Lunedì 17 Giugno 2024 - Anno XXII

Grecia, in vendita l’isola di Elafonisos

La suggestiva isola di Elafonisos (Cervi in italiano), paradiso naturalistico protetto dall’Ue, situata a soli 300 metri dalla costa meridionale del Peloponneso, in Grecia, sarà messa in vendita e la notizia ha già suscitato un’ondata di proteste

La sabbia bianca dell'isola greca all'asta
La sabbia bianca dell’isola greca all’asta

Purtroppo, tocca occuparci anche di questo. Di una brutta storia che si mescola tra bellezze naturali, paesaggistiche, arte, economia, l’interesse più spicciolo, la speculazione, speriamo non selvaggia e la stessa sopravvivenza. Una sciagura, potremmo definirla, se si dovesse avverare, paventata, alcuni anni fa, anche per alcune coste italiane, destinate a essere vendute, per fare cassa, sulla base di una idea dell’allora ministro Tremonti. Per fortuna, il progetto naufragò. Analoga cosa, ora, si prospetta per la Grecia, madre indiscussa di tutte le civiltà. La suggestiva isola greca di Elafonisos (Cervi in italiano), paradiso naturalistico protetto dall’Unione europea, situata a soli 300 metri dalla costa meridionale del Peloponneso, sarà messa in vendita e la notizia ha già suscitato un’ondata di proteste.

Lo riferisce il sito web GreekReporter secondo cui l’isola è stata inserita nella lista delle località che saranno privatizzate dall’Ente ellenico per la valorizzazione delle proprietà dello Stato (Taiped). In particolare, come riferisce GreekReporter, il Taiped intende mettere in vendita 175 ettari delle due spiagge di Sarakiniko e Simos.

I residenti e varie organizzazioni ambientaliste greche e internazionali protestano contro la vendita della bellissima isola sostenendo che l’area è sotto la protezione del programma europeo “Natura 2000” a causa delle numerose specie vegetali endemiche esistenti sulle spiagge dell’isola e in tutta la zona di Elafonisos. Abitanti ed ecologisti ritengono che lo sfruttamento turistico dell’isola distruggerà l’ambiente naturale.

Il futuro di Elafonisos

Lindo, Isola di Rodi. Credit: rodi.it
Lindo, Isola di Rodi. Credit: rodi.it

Questo territorio, di proprietà del governo, dovrebbe essere ceduto a un magnate straniero pronto a investire diversi milioni di euro per la costruzione di un resort turistico iper-lussuoso. Altri lotti di territorio in vendita si trovano sull’isola di Rodi e potrebbero essere comprati da acquirenti russi e cinesi. La maggior parte delle 6000 isole greche nel Mar Mediterraneo sono minuscole e solo 227 sono popolate da esseri umani.

LEGGI ANCHE  Sardegna, l’isola che tutti i mari vorrebbero avere

La decisione di metterle in vendita nasce anche dalla consapevolezza del governo di non riuscire a costruire in questi territori infrastrutture di base che possano produrre rendite economiche. Proprio per questo ci si affida ai privati che investendo svariati milioni di euro potrebbero creare nuove opportunità di lavoro in un paese nel quale la disoccupazione sta diventato il peggiore degli incubi. Inoltre i governanti ellenici sperano di attrarre non solo i supericchi, ma anche “semplici” milionari.

La quotazione di alcune isole non supera i due milioni di euro – dichiara il Guardian meno di una casa nei quartieri londinesi di Chelsea e di Mayfair”. Secondo il sito web “Private Islands” specializzato nella vendita di atolli sparsi nel mondo, alcuni autentici gioielli come l’isola di Nafsika, un’oasi di 1235 acri nel Mar Ionio, potrebbe costare al massimo 15 milioni di euro.

(02/07/2014)

Un ambiente unico e fragile

Credit: elafonissos.it
Credit: elafonissos.it

Il sindaco di Elafonisos, Panagiotis Psaromatis, in una lettera inviata al presidente del Taiped e al ministro delle Finanze greco, Yiannis Stournaras, ha espresso la sua opposizione ai piani del governo. “Continueremo a proteggere con tutti i mezzi a nostra disposizione il nostro unico e fragile ambiente naturale“, ha scritto fra l’altro. Lo scorso anno, il quotidiano britannico The Guardian mise Elafonisos al primo posto in una lista delle 10 migliori isole con le più belle spiagge della Grecia, mentre la rivista tedesca Geo-Saison ha definito l’isola “un paradiso sulla terra“. Lo stesso sito ha scritto che l’emiro del Qatar, lo sceicco Hamad bin Khalifa Al-Thani, dopo il recente acquisto dell’isolotto greco di Oxia, nel Mare Ionio, sta pensando di acquistare altre sette isole situate nell’arcipelago delle Echinadi, sempre nello Ionio.

LEGGI ANCHE  Le marine romagnole si aprono al turismo

La famiglia dell’emiro ha già acquistato metà dell’isola di Petalas – la più grande delle Echinadi – e procederà presto ad acquistare tutta l’area. Purtroppo, anche altre fonti giornalistiche, provenienti dalla city londinese confermano questa volontà. Infatti, secondo indiscrezioni apparse sul Guardian di Londra, la Grecia è pronta a mettere sul mercato alcune delle sue isole più belle del Mar Mediterraneo. Altre potrebbero essere affittate per lunghi periodi di tempo.

Tutto per ripianare gli enormi debiti che il governo ellenico ha contratto negli ultimi mesi con l’Unione Europea e con il Fondo monetario internazionale per evitare il collasso economico. Il quotidiano britannico conferma che anche una grande area nella splendida Mykonos, la principale destinazione turistica ellenica, sarà messa in vendita.

Condividi sui social: