Giovedì 20 Giugno 2024 - Anno XXII

Vecchio rifugio bellico nella Siracusa sotterranea

A Siracusa ha riaperto l’ipogeo di piazza Duomo, uno dei monumenti più richiesti da residenti e turisti, tra i più vasti proprio nel cuore della città. Si accede in piazza Duomo tramite una ripida scala verticale disposta sotto il giardino Arcivescovile. Chiuso al pubblico da più di due anni per problemi di impiantistica, si tratta di un complesso sotterraneo di gallerie che percorrono il cuore di Ortigia, realizzato nel secolo scorso, sfruttando e collegando insieme antiche cavità preesistenti di varie epoche. Durante i bombardamenti che colpirono la città a partire dal 1941, quella parte della popolazione che non era sfollata … Leggi tutto

Vecchio rifugio bellico nella Siracusa sotterranea

A Siracusa ha riaperto l’ipogeo di piazza Duomo, uno dei monumenti più richiesti da residenti e turisti, tra i più vasti proprio nel cuore della città. Si accede in piazza Duomo tramite una ripida scala verticale disposta sotto il giardino Arcivescovile. Chiuso al pubblico da più di due anni per problemi di impiantistica, si tratta di un complesso sotterraneo di gallerie che percorrono il cuore di Ortigia, realizzato nel secolo scorso, sfruttando e collegando insieme antiche cavità preesistenti di varie epoche. Durante i bombardamenti che colpirono la città a partire dal 1941, quella parte della popolazione che non era sfollata nelle vicine campagne ed era rimasta in città cercava salvezza nei numerosi rifugi antiaerei predisposti dal comitato cittadino dell’Unpa (Unione nazionale protezione antiaerea).

Articolato in varie gallerie l’ex rifugio contiene punti di raccolta e di sosta nei quali erano stati realizzati sedili in cemento o scavati nella roccia per alloggiare la popolazione, quindi si esce dal Foro Italico, a due passi dal mare. Terminata la guerra il rifugio venne dismesso e chiuso fino al 2006, quando, in seguito ai lavori di restauro e riqualificazione, venne restituito alla fruizione salvo richiuderlo due anni fa.

Oggi, con un nuovo impianto di illuminazione e corredato di un apparato didattico informatizzato progettato dal Consiglio Nazionale delle Ricerche, nell’ambito del progetto Smart Cities, ha riaperto al pubblico.

Questo secondo me è uno dei luoghi più suggestivi di Siracusa, un luogo della memoria – ha detto la soprintendente ai Beni culturali e ambientali di Siracusa, Beatrice Basile – uno dei monumenti che insegnano le cose. È anche uno spazio che può essere veramente vissuto e utilizzato per manifestazioni e una serie di eventi di vario tipo, che saranno preziosi per la vita di Ortigia”.

LEGGI ANCHE  Verso l'Unesco, le opere di difesa della Repubblica di Venezia

Si potrà visitare l’ipogeo tutti i giorni dalle 10 alle 12 e dalle 19 alle 24; il mercoledì non sarà effettuata l’apertura notturna ma solo pomeridiana, dalle 16 alle 18. Il biglietto di ingresso è di 4 euro (gratuito fino a 18 anni).

(25/07/2014)

Condividi sui social: