Giovedì 22 Febbraio 2024 - Anno XXII

Firenze, un unico grande museo

Il ministro alla Cultura e Turismo Dario Franceschini ha proposto per la città di Firenze il “museo unico”. Comprenderà gli Uffizi e Palazzo Vecchio, il Corridoio Vasariano, la Galleria Palatina e il Ponte Vecchio, Palazzo Pitti e i Giardini di Boboli

Veduta di Firenze
Veduta di Firenze

Un unico complesso museale per Uffizi, Corridoio Vasariano, Galleria Palatina, Palazzo Vecchio, Ponte Vecchio, Palazzo Pitti e i Giardini di Boboli. È il progetto condiviso dal ministro pe i Beni e le Attività Culturali e il Turismo Dario Franceschini con il sindaco di Firenze Dario Nardella. “Il percorso di una bellezza unica al mondo da Palazzo Vecchio a Palazzo Pitti attraverso gli Uffizi, il Corridoio Vasariano, Ponte Vecchio, dovranno poterlo percorrere tutti”, dice Franceschini, partecipando al Buy Tourism Online. Per la parte “statale”, spiega il ministro, “è logico e coerente per molte ragioni storiche e artistiche, che gli Uffizi, autonomi in base alla riforma, comprendano, oltre al Corridoio Vasariano, anche la Galleria Palatina, gli altri musei di Palazzo Pitti e i Giardini di Boboli”. Un unico complesso museale, stupefacente per ampiezza, collezioni e bellezza. Anche il sindaco Nardella condivide l’idea che debba essere aperto al pubblico il passaggio tra Palazzo Vecchio e Gli Uffizi, rendendo ancor più incredibile il percorso museale. Certo ci sono problemi amministrativi, di accessibilità e di sicurezza, in particolare per il Corridoio Vasariano, ma si possono risolvere tutti.

Percorso museale unitario

Dario Nardella e Dario Franceschini
Dario Nardella e Dario Franceschini

“Condivido il progetto del ministro del percorso museale ‘unitario’ dedicato ai Granduchi toscani, che leghi, a Firenze, Palazzo Vecchio, Palazzo Medici Riccardi, le cappelle e le ville Medicee. Per Firenze e Palazzo Vecchio è una grande opportunità”, risponde il sindaco Dario Nardella che dal primo di gennaio sarà anche sindaco della città metropolitana e avrà il compito di tutelare e valorizzare l’attuale sede della Provincia, Palazzo Medici Riccardi, un palazzo straordinario.“Perché quindi non pensare ad un percorso mediceo che valorizzi i poli legati alla storia della famiglia dei Medici?”, ha ribadito il primo cittadino fiorentino. “Palazzo Vecchio, palazzo Medici Riccardi, le Cappelle Medicee e le Ville Medicee, possono essere le tappe di un unico percorso nel quale ogni ente ha le sue prerogative ma che noi mettiamo, promuoviamo e gestiamo in modo integrato facendo squadra”. Per la gestione dell’itinerario, non sarebbero, ha precisato Nardella, previsti incarichi o ruoli aggiuntivi a quelli già esistenti. Non ci sarà posto, ha detto, per “un soggetto terzo. Ne abbiamo già troppi, semmai vanno semplificati”.

LEGGI ANCHE  L’ultimo Rembrandt in mostra ad Amsterdam
Condividi sui social: