Mercoledì 21 Aprile 2021 - Anno XIX
Bologna, grande ritorno del Motor Show

Bologna, grande ritorno del Motor Show

A Bologna nuova formula: motori, musica e sport. 21 brand automobilistici, aree esterne per i test drive, 268 piloti, tutto il mondo delle corse e della storia dell’auto. Fino ai film cult e alle colonne sonore

Il salone
Il salone

Dopo una pausa di riflessione, il Motor Show è tornato in scena alla Fiera di Bologna, dal 6 al 14 dicembre, con un occhio non solo al mondo automobilistico ma anche ad altre prospettive. Il nuovo format ha sei  aree tematiche Moodboard che hanno avuto come obiettivo approfondire il mondo dell’automobile attraverso diversi set mixando motori, musica e sport. Massiccia la presenza dei marchi automobilistici, ben 21, 10 padiglioni, 8 aree esterne riservate ad emozionanti test drive su tracciati a ostacoli e diversi fondi stradali, 31 gare, 268 piloti partecipanti queste in sintesi le cifre.

Automotive, forse la più classica delle aree tematiche, ha presentato i principali brand automobilistici a cui si aggiungono  aziende di settore e attività di intrattenimento. La tecnologia ha trovato spazio nell’area Innovaction, con un percorso che ha presentato al pubblico la tecnologia che oggi rende l’auto sempre più sicura, sostenibile, personalizzata, divertente e connessa: con la presenza di alcune significative startup del settore legate alla mobilità sostenibile, insieme a una riflessione sui rapporti tra Università, ricerca e mondo dell’impresa alla ricerca della creazione di nuova imprenditoria e posti di lavoro legati all’evoluzione dei sistemi di mobilità.

Miti e leggende

Fisichella al Museo Ferrari
Fisichella al Museo Ferrari

Con il Route Motor Show si è intrapreso un  viaggio nella passione per i motori: la Motor Valley, con i suoi brand leggendari, ha voluto rappresentare la Via Emilia, terra di motori ed eccellenze gastronomiche. Una strada ricca di musei, collezioni e luoghi motoristici unici al mondo: i 2 Musei Ferrari, di Maranello e di Modena, la Collezione Umberto Panini, Ducati, l’archivio storico Magneti Marelli sezione Weber, Lamborghini,  G.D. con l’esposizione di 2 motociclette storiche; inoltre i Musei  Bandini, Stanguellini, Righini, dell’Auto di San Martino in Rio e non potevano mancare gli Autodromi di Imola, di Misano, di Varano e di Modena. Insomma una vera immersione nel mondo delle corse e della storia dell’auto, accompagnato dalle eccellenze della gastronomia locale.

Il padiglione Drive In è stato interamente dedicato al  mondo vintage, per riscoprire l’auto in chiave storica e divertente: la Cineteca di Bologna ha presentato le proiezioni di pellicole in cui l’auto è protagonista quali  “Il sorpasso”, “Grease”, “Taxi Driver”, “Gioventù bruciata”, “007 Thunderball”, “Rush”. Dedicato alle auto storiche l’ultimo settore con i 40 anni della Porsche 911, il registro storico dell’ACI, un’area dedicata alle auto che hanno fatto la storia del Memorial Bettega ed i club storici regionali, con una esposizione di auto storiche di collezionisti privati.

Motorsport & Music

Il Motorsport
Il Motorsport

La parte più sportiva, vero cuore da sempre della manifestazione, si è concentrata nel Motorsport con un programma su asfalto all’insegna della velocità che ha visto protagoniste in pista auto e moto: la Formula E, le stock car della Nascar Whelen Euro Serie, GT Challenge, Auto GP, Trofeo V8, storiche e motocross. Inoltre un circuito rally, come da tradizione, per accogliere tutte le categorie del campionato italiano ed una celebrazione dei modelli che hanno segnato gli anni ’70, ’80 e ’90 con il gran finale del Memorial Bettega, una special edition che ha messo in scena una sfida tra celebrities del motorsport: sul gradino più alto del podio si è piazzato Robert Kubica, secondo posto per l’americano Ken Block e terzo classificato la promessa Lorenzo Bertelli.

Nella zona test drive le aree esterne dedicate a ogni tipo di prova su strada, sono da sempre una delle principali attrazioni del Motor Show, con assetto motorsport, offroad, piste per auto con nuove propulsioni (per la prima volta la presenza del campionato FIA di Formula E), per testare le vetture in ogni condizione di guida e di sicurezza.
Infine novità dell’edizione 2014 il Paddock Party, con una line up di eventi musicali serali per coinvolgere il pubblico spaziando dalla musica alle nuove tendenze:  hip hop con Double Bill di J-Ax e Fedez,  musica dance con Benny Benassi & Friends, Bob Sinclar – remix di emozioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA