Martedì 23 Luglio 2024 - Anno XXII

Spagna, il linguaggio del sapore

Il padiglione della Spagna sarà pronto il 12 aprile. Ispirato a una serra a doppia navata è costruito in legno, sughero e materiali naturali. Si conosceranno i segreti della cucina spagnola e si potrà fare un viaggio nella food cultura e nel linguaggio del sapore

Padiglione Spagna ad Expo
Padiglione Spagna ad Expo

La Spagna vedrà completato il padiglione all’Expo verso la metà di aprile. Per contribuire allo sviluppo del Tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la vita” la Spagna propone “Il linguaggio del sapore”, concentrandosi su tre direttrici: esperienza nel campo della produzione e distribuzione di alimenti di base; benefici del proprio modello alimentare, frutto dell’incontro fra tradizione ed innovazione; relazione esistente fra paesaggio, produzione di cibo e cucina nell’ambito dello sviluppo di modelli di turismo alternativo. I visitatori potranno conoscere i segreti del successo della filiera alimentare spagnola che sono la combinazione fra tradizione e innovazione, il miglioramento nei processi distributivi, la presenza di una varietà di paesaggi, zone climatiche ed ecosistemi che rappresentano la ricchezza culinaria spagnola.

Una serra a doppia navata in legno

La doppia navata
La doppia navata

“L’alimentazione è un tema che ci sta a cuore e che sentiamo profondamente”, ha detto Javier Elorza, ambasciatore spagnolo a Roma, durante la presentazione alla stampa. “Oggi la Spagna è il secondo paese esportatore di bevande al mondo: abbiamo anche sorpassato l’Italia per quanto riguarda il volume di litri di vino venduti all’estero. La nostra forza sta nella capacità di fondere tradizione e innovazione, un mix di successo che sarà replicato nel nostro Padiglione all’Esposizione Universale. Un’occasione per noi importantissima, considerati i rapporti e le affinità che abbiamo con l’Italia”.
Il padiglione è posizionato alla confluenza delle due arterie del sito, il Cardo e il Decumano. Disegnato dallo studio di architettura b720 Fermin Vazquez Arquitectos è ispirato a una serra a doppia navata; un’immensa costruzione in legno, sughero e altri materiali naturali dove “contenuto” e “contenitore” si fondono creando un forte impatto visivo.

LEGGI ANCHE  La Valle d'Aosta presenta i progetti per Expo 2015

Viaggio del Sapore tra i migliori menù iberici

Padiglione Spagna, tour virtuale
Padiglione Spagna, tour virtuale

All’ingresso, al primo piano, i visitatori troveranno un’installazione multimediale creata da Antoni Miralda, uno degli artisti spagnoli di punta della Food Cultura. L’opera è costituita da oltre 20 valigie, che contengono altrettanti schermi, in grado di rappresentare “Il Viaggio del Sapore”. Al secondo piano, sarà allestita la mostra “Il linguaggio del Sapore”, che racconta i territori, le eccellenze gastronomiche e le produzioni all’avanguardia e sostenibili della Spagna.
Nel ristorante e nel bar De Tapas, curati dal Gruppo Segardi – un big player del settore in Spagna, con oltre 20 ristoranti – saranno proposti i migliori menù iberici in ambienti diversi, dallo spazio con musica al ristorante Gourmand.
Ad Expo la Spagna affronterà le sfide in campo alimentare, dalla diffusione degli stili di vita corretti al contenimento degli sprechi passano per l’innovazione in campo agroalimentare;  approfondimenti tecnici, dibattiti e animazioni volte a sensibilizzare il pubblico sulle scommesse dell’alimentazione.

Info: www.pabelloneespana2015.com

Condividi sui social: