Venerdì 7 Ottobre 2022 - Anno XX
Caro Expo!

Caro Expo!

Sapevate che… All’Expò potrebbero almeno “far finta” di dare il cibo a chi non ce l’ha? Turisticamente parlando l’Italia continua a essere messa male? I ristoranti di Monza hanno “inventato” il “Doggy Bag”? Continua la Guerra della Grana tra il Silvio e la Veronica Lario per l’ok al divorzio, dopodiché il Nostro può sposare Dudù? Si sta correndo il Giro d’Italia ma salvo pochi intimi, non frega quasi più niente a nessuno?

L'albero della vita a Expo Milano 2015
L’albero della vita a Expo Milano 2015

Sapevate che… All’Expò potrebbero almeno “far finta”….? 
Eh sì, perché l’Expò è nata non solo per “parlare di mangiare” ma anche per “dare da mangiare” (financo, lo dice lo slogan, “al pianeta” ohèi la peppa!!! laddove sarebbe già tanto se sfamassero quei poveracci che muoiono di stenti nel Darfur…) dopodiché tanti proclami, tanti blablabla eppoi (Corriere, 8/5, pag. 25): “All’Expò poco cibo recuperato” (e si glissa sul dettaglio che il cibo all’Expò costa mostruosamente caro – vedi quanto lamentato in altre parti di ‘sto gossip – da cui si evince che se si recuperasse un po’ – di cibo – si sfamerebbero un po’ di poveracci (che, se aspettano lu magnare dall’Expò, da Eataly & compagnia cantando, è il caso che lascino perdere).

Sapevate che… Sempre a proposito di Expò e dei tanti blablabla sul Cibo (che deve essere sempre elaborato e spaventosamente caro, sennò non se ne parla) e altrettanti blablabla su chi il cibo non ce l’ha, sarebbe il caso di venire al sodo (fosse anche, soltanto, all’uovo….)? 
Poche balle e tanto per essere concreti: in un punto dell’Expò insegnino ad ammannire un “mangiare normale” (un piatto umile, spaghetti o un semplice stufato o una crostata) e alla fine di ogni giorno prendano un euro da ogni biglietto di ingresso e lo mandino agli affamati.

Sapevate che… Finito il campionato e i suoi tanti blablabla, in attesa della F1 a Monza, tutti a parlare di Expò e discettare sul Cibo (ma perché non chiamarlo “mangiare”? forse meno chic ma anche meno caro….)? 
Italiani …. un popolo di allenatori, di legislatori, di piloti, di cuochi…

Sapevate che… Nelle elezioni in Gran Bretagna hanno vinto i nazionalisti scozzesi? 
Speriamo che non aumenti il whisky.

Silvio Berlusconi e Veronica Lario
Silvio Berlusconi e Veronica Lario

Sapevate che… Continua la ormai annosa e combattuta Guerra della Grana tra il Silvio e la Veronica Lario per l’ok al divorzio, dopodiché il Nostro può sposare Dudù? 
Ma c’è già una tipografia che sta progettando un assegno più lungo di quelli normali di almeno una ventina di centimetri: sono infatti tantissimi gli zero che devono starci dentro. ..

Sapevate che… Turisticamente parlando (nel senso di preservazione di siti e monumenti storici che, se presentabili, attirerebbero turisti) questa rubrica (forse) non se ne intende abbastanza e, pertanto, resta assolutamente certa che, ad esempio, uno qualsiasi dei seguenti direttori: di compagnia aerea, di albergo o di un tour operator, invece del ministro e/o dei manager del ministero del Turismo, che, visto quanto segue, non ne sembrano capaci, provvederebbe a non lasciare abbandonata nella schifezza …? 
…. a non lasciare abbandonata nella schifezza la Arena di Capua, bellissimo monumento – stadio dell’epoca romana, secondo per grandezza solo al Colosseo -, che Gian Antonio Stella, sul Corriere, descrive abbandonato in condizioni a dir poco schifose…

Giro d'Italia
Giro d’Italia

Sapevate che… Si sta correndo il Giro d’Italia ma salvo a pochi intimi e al Corriere della Sera che lo “pompa” perché è dentro nell’organizzazione, non frega più niente (quasi) a nessuno? 
Eh sì, sono finiti i mitici tempi di Bartali & Coppi e c’era pure Fiorenzo Magni (ma anche i successivi quasi mitici tempi di Moser e Saronni) un po’ perché “a quei tempi” piacevano i cosiddetti (nel senso della fatica) “sport popolari”, un po’ perché (a proposito di Ciclismo) la gente s’è rotta le balle di doping, ‘bombe’, squadre di corridori che sembrano farmacie)….

Sapevate che… I ristoranti di Monza (informa il Corriere: “Un successo contro gli sprechi”) hanno “inventato” il “Doggy Bag”? 
Che (per info di quell’unico lettore che non ha girato il mondo) sarebbe una sorta di “schiscetta” di quanto non mangiato (avanzato) al ristorante e portato a casa. Una “invenzione” forse un po’ datata (nei Paesi anglosassoni vige da quel tempo) ma comunque ben venga (e si diffonda da Monza al resto del Belpaese), soprattutto in tempi di “Caro Expo” (fare un mutuo prima di andare in un ristorante milanese…).

© RIPRODUZIONE RISERVATA