Lunedì 20 Maggio 2024 - Anno XXII

Rievocazioni storiche lungo le terre del Mincio

Il fiume Mincio a Peschiera del Garda

Da Peschiera del Garda a Valeggio sul Mincio rievocazioni storiche. Sabato 18 e domenica 19 luglio ricostruiti accampamenti militari, organizzati eventi musicali e, sul lago, la regata delle Bisse

Il Mincio, fiume emissario del Lago di Garda che scorre all’interno del sistema delle colline moreniche, da secoli rappresenta il confine naturale tra le città di Peschiera del Garda e di Valeggio sul Mincio. Questo lungo e ricco corso d’acqua che dopo aver attraversato anche i laghi di Mantova va a sfociare nel Po, è depositario di avvenimenti storici che coinvolsero nei secoli popoli di varie etnie e sconvolsero l’Italia settentrionale mutandone i confini geografici. Sono stati costruiti fortificazioni, rocche, torri, castelli, cinte bastionate, mura come sistema difensivo dei territori circostanti contesi sia per la loro importanza economica sia per il loro ruolo strategico. Nei luoghi limitrofi al fiume, ricordiamo i paesi di Monzambano, Cavriana, Castellaro Lagusello, Pozzolengo, Volta Mantovana, Goito e Borghetto, ognuno con la sua storia e con i resti delle fortificazioni, fiore all’occhiello per gli appassionati della storia dell’arte e della memoria storica.

Ricordando il 900, i soldati, gli uomini

Mincio Rievocazione StoricaPeschiera del Garda, importante centro turistico che si affaccia sulla sponda sud-orientale del Lago di Garda, conserva ancora oggi la sua antica fortificazione di origine scaligera, offre al turista e ai cultori delle vicende della storia, le giornate dedicate alla rievocazioni storiche. L’anno 2015 segna i cent’anni dell’entrata in guerra dell’Italia con la storica data del 24 Maggio 1915 e ricorrono i settanta anni della fine della seconda guerra mondiale, per cui Sabato 18 e Domenica 19 luglio 2015, patrocinata dal Comune di Peschiera del Garda e organizzata dall’Associazione Culturale “Soldati al fronte “ di Ponti sul Mincio, si è svolta la manifestazione dal titolo “Ricordando il 900, i soldati, gli uomini” per rammentare le due guerre mondiali avvenute nel secolo scorso.

LEGGI ANCHE  Una domenica nel Lodigiano

Mincio Grande guerraLa Grande guerra- 1915/1918- è stata ricordata attraverso la ricostruzione, nei giardini della Palazzina Storica, di due accampamenti militari con soldati in uniforme, mezzi di combattimento e autoveicoli militari. I figuranti, circa centocinquanta, provenienti da Olanda, Francia, Germania, Repubblica Ceca, Italia, hanno contribuito a dimostrare come si svolgeva la vita dei soldati dentro e fuori l’accampamento, con l’intento di valorizzare e riscoprire le tradizioni storico-culturali di un popolo. Durante la rievocazione si è costituito un corteo formato da militari, rappresentanti alcune forze armate che, attraversando le vie cittadine, ha raggiunto Porta Brescia dove, nelle due sale dell’androne, è stata allestita una mostra di uniformi ed equipaggiamenti delle due guerre mondiali (www.soldatialfronte.it).

La regata delle Bisse

Mincio Regata delle BisseDalla storia rievocata all’interno della città, sabato 18 luglio, verso le ore 19:30, è l’acqua del Lago ad essere protagonista con la Gara delle Bisse, la storica imbarcazione dallo scafo a fondo piatto per scivolare meglio sull’acqua, ospitante quattro vogatori che remano in piedi, alla veneta,con una tecnica particolare che unisce sincronismo, equilibrio e ritmo dei movimenti. Sembra che la prima Regata di Bisse sia avvenuta nel lontano 1548 e ripristinata, tra alterne vicende, nel 1900 tra gli anni 1924 e 1938 ed ancor più recentemente nel 1968, anno in cui venne fondata la “Lega Bisse del Garda” continuando nel tradizionale Palio intitolato “Bandiera del Lago”. La Lega Bisse è costituita da gruppi sportivi appartenenti ai vari comuni delle sponde veronese e bresciana del lago. Hanno gareggiato, nell’incantevole scenario del tramonto sul lago, equipaggi maschili e femminili delle varie società sportive, in particolare, per Peschiera del Garda, l’Associazione Remiera Peschiera A.S.D, vincitore di ben 5 “Bandiera del Lago” con i suoi tre equipaggi denominati: Arilica-maschile, Peschiera-maschile e Ichtya-Femminile. Molti i tifosi delle varie squadre assiepati sul lungolago a incoraggiare i loro beniamini e ad accompagnare il battito cadenzato dei vogatori con applausi che seguivano il ritmo (www.legabissedelgarda.org).

LEGGI ANCHE  Varignana Music Festival 2021

Da Peschiera del Garda a Valeggio sul Mincio

Mincio ConcertoDalle rive del Lago, percorriamo il Mincio ed “approdiamo” a Valeggio sul Mincio. Qui, giovedì 17 luglio, nella Piazzetta Oratorio, azzeccata location vicino all’antico Duomo, si è tenuto un concerto dal titolo “L’Amore in tutte le tonalità”durante il quale si sono esibiti cantanti lirici accompagnati dall’Orchestra dei Filarmonici Veneti e solisti diretti dal maestro Massimo Santaniello che hanno rallegrato il vasto pubblico con arie d’opera e pezzi musicali magistralmente eseguiti anche col contributo della fisarmonica del maestro Giannino Fassetta, un virtuoso dello strumento aerofono legato alla tradizione popolare (www.associazionefilarmonici.teamartist.com).

Valeggio sul Mincio, Castello ScaligeroA completamento degli eventi musicali, nella suggestiva cornice medievale del Castello Scaligero, sempre a Valeggio sul Mincio, domenica 19 luglio, alle ore 21:00, è stato organizzato dall’Accademia Musicale Amadeus di Valeggio, un concerto pianistico che ha visto esibirsi al pianoforte, gli artisti dell’International Piano Meeting. Quindici giovani pianisti, provenienti da paesi europei ed asiatici, hanno suonato brani di Brahms, Liszt, Beethoven, Mendelssohn, Haidn, Chopin, Bach, Prokofiev, frutto delle lezioni seguite con il loro Maestro Alberto Nosè, vincitore di svariati premi internazionali e valente concertista di chiara fama (www.accademiaamadeus.com).

Condividi sui social:

Lascia un commento