Lunedì 24 Giugno 2024 - Anno XXII

I mille volti di Springfield: da Abraham Lincoln ai Simpson

Springfiled-Illinois

Nel mondo esistono ben 71 Springfield disseminate in 36 Stati diversi. Solo 3 di queste sono diventate famose perché legate ad Abraham Lincoln, alla serie animata “The Simpson” e alla soap opera “Sentieri”. Scoprite con noi in che Stato si trovano e soprattutto se esistono davvero…

Lincoln_Home__site
Lincoln Home National Historic Site

Sono parecchie le città americane che portano il nome Springfield. Gli amanti del cartone animato “The Simpson” o i fan della fiction “Sentieri” avranno sicuramente già sentito parlare di Springfield.

Un nome usato storicamente per denominare ben 71 città degli USA dislocate in 36 Stati diversi. La più importante delle quali però è la capitale dello Stato dell’Illinois fondata nel 1819. In Illinois Springfield è un luogo di pellegrinaggio nazionale.

La città di Abraham Lincoln

Questo è il luogo dove Abraham Lincoln ha vissuto e ha lavorato prima di diventare Presidente. Ma è anche il luogo dove è stato seppellito insieme a sua moglie. Alcuni dei luoghi della città associati a Lincoln comprendono la sua casa, il suo ufficio da avvocato, la sua tomba e la Abraham Lincoln Presidential Library.

La casa di Abraham Lincoln è diventata il Lincoln Home National Historic Site. Questa è l’unica abitazione che il Presidente abbia mai posseduto. Abraham e la moglie Mary vissero qui dal 1844 fino all’elezione avvenuta nel 1861.

La Springfield dei Simpson esiste davvero!
Springfield esiste davvero
Springfield esiste davvero

Springfield è la cittadina in cui sono ambientati gli episodi del cartone animato “I Simpson“. Per vent’anni si sono susseguite ipotesi su quale delle innumerevoli città potesse realmente essere quella in cui vengono inscenate le simpatiche gag dei Simpson. Matt Groening, il creatore della famiglia più irriverente del mondo, nel 2012 ha finalmente svelato il mistero.

Si tratta di Springfield in Oregon, a soli 160 km da Portland, dove è cresciuto Groening. “Da piccolo”, ha dichiarato il disegnatore “guardavo la serie tv Father Knows Best. Ed era ambientato in una città chiamata Springfield. Quando ho scoperto che ne esistevano moltissime mi sono detto ‘fico: ognuno potrà pensare che si tratta della sua’”. Groening ha inoltre spiegato che il nome, essendo così utilizzato, risultava perfetto per attuare l’obiettivo della serie di porsi come parodia del cittadino medio statunitense.

LEGGI ANCHE  Enogastronomicamente Vostro
Sui “Sentieri” di Springfield

SentieriUn’altra Springfield che gli appassionati di Serie TV si ricorderanno senza dubbio è quella in cui venivano ambientate le scene di “Sentieri”.

La soap opera, andata in onda dal 1952 al 2009, ha cambiato ambientazione ben tre volte. La location dal 1937 al 1946 è stata Five Points, immaginario sobborgo di Chicago. Dal 1946 al 1966 invece le vicende si sono spostate a Selby Flats, immaginaria cittadina della California.

Infine a partire dal 1966 e fino alla fine della serie, la location è stata proprio Springfield fittizia cittadina dell’Illinois. Ebbene sì, la città che ha fatto sognare e innamorare milioni di telespettatrici in realtà non esiste.

Leggi anche:

SAFARI A PIEDI NEI PARCHI NAZIONALI DELLO ZAMBIA

Condividi sui social:

Lascia un commento