Lunedì 22 Luglio 2024 - Anno XXII

Città del Vaticano, i restauri della Cappella Sistina

cappella-sistina_restauri-e-nuova-luce

Stupore ed emozione. Il volume che raccoglie gli atti del convegno sui restauri della Cappella Sistina, genesi e guida di un percorso unico al mondo, dal titolo “La Cappella Sistina venti anni dopo. Nuovo respiro nuova luce” è stato presentato il 30 e 31 ottobre a Roma, Città del Vaticano

cappella-sistina-convegno

Il direttore dei Musei Vaticani, professor Antonio Paolucci, nella Sala Regia del Palazzo Apostolico Vaticano, ha recentemente presentato a studiosi e giornalisti di tutto il mondo gli atti del convegno La Cappella Sistina venti anni dopo. Nuovo respiro nuova luce tenutosi il 30 e il 31 ottobre 2014.
Il volume, edito da Edizioni Musei Vaticani e a cura di Vittoria Cimino, responsabile  dell’Ufficio del Conservatore dei Musei Vaticani, raccoglie le relazioni in italiano e inglese di tutti i protagonisti del Convegno Internazionale che, nel commemorare il 450° anniversario della morte di Michelangelo e il ventennale della fine dei restauri della Cappella Sistina, presentò i nuovi impianti di climatizzazione e di illuminazione studiati e messi in opera a tutela del luogo più sacro del mondo per i cattolici.

La pubblicazione degli atti ha lo scopo di presentare alla comunità scientifica le memorie di un restauro eccezionale grazie al quale dopo secoli sono riemersi i colori di Michelangelo, i risultati delle indagini scientifiche eseguite sulle pitture, il nuovo progetto di climatizzazione e ricambio dell’aria e il nuovo impianto di illuminazione. Il volume ha, inoltre, il pregio di tradurre argomenti scientifici e tecnici molto complessi in una forma comprensibile anche per i non addetti ai lavori.

Cappella-Sisitina
Cappella Sisitina

“La Chiesa ha regalato al mondo la Cappella Sistina. I 2.500 metri quadrati di pittura murale costituiscono la più grande e la più importante antologia della grande arte del Rinascimento”. Così, il cardinale Giuseppe Bertello, presidente del Governatorato dello Stato Vaticano, aveva introdotto la presentazione degli atti del Convegno.
Nella Sala Regia, cuore dei Palazzi Apostolici e luogo che pochi conoscono perché rigorosamente escluso dai percorsi turistici presentiamo, a un anno esatto di distanza, gli atti di quel convegno memorabile – ha commentato il professor Paolucci.  Per l’evento, a destra e sinistra della Sala Regia, sono aperte sia la Cappella Sistina che la Cappella Paolina. Difficilmente capiterà ancora di vedere insieme, nella nuova luce, tutto Michelangelo Affreschista”.
La presentazione degli atti è stata anche l’occasione per comunicare da parte del responsabile dei Musei sull’ottimo funzionamento dei moderni sistemi di condizionamento e smaltimento scorie installati, sistemi che hanno resistito anche alle temperature torride, anche sui 38°, dello scorso agosto, quando all’interno della Cappella si registrava un flusso di circa 2000 persone all’ora. L‘aria è rimasta salubre, nonostante si tratti di uno dei luoghi più complicati da aerare.

LEGGI ANCHE  Torino il Film Festival torna con una edizione tutta digitale
Il-restaturatore-Colabucci-all'opera
Il restaturatore Colabucci all’opera, foto di F. Bono Musei Vaticani

Non si tratta di far respirare bene solo i visitatori, ma anche i quadri, e contestualmente ridurre al minimo i livelli di anidride carbonica e polveri sottili che potrebbero metterli in pericolo.
Nella stessa occasione è stato presentato al pubblico il volume Io e Michelangelo, scritto da Gianluigi Colalucci, protagonista del celebre restauro durato quattordici anni. Il libro, coedito da Edizioni Musei Vaticani e 24Ore Cultura, è un diario di lavoro, punteggiato da interessantissime notazioni tecniche, un racconto di vita individuale e sociale ma, soprattutto, un confronto costante e appassionato con la pittura del Genio toscano.
A leggere le pagine che parlano di Colalucci in Sistina – commenta ancora il professor Antonio Paolucci – una cosa emerge con chiarezza: la razionalità e la calma del grande professionista che, nonostante il magma infuocato dell’emozione e dello stupore di fronte alla pittura di Michelangelo, non perde mai la calma, operando sempre in maniera fredda e razionale”.
Infine, agli acquirenti del volume degli Atti del Convegno viene consegnato il DVD realizzato dalla NTV di Tokyo intitolato La Cappella Sistina, il Restauro. Il documentario, revisionato e curato da Nino Criscenti, riprende Gianluigi Colalucci nell’atto di restaurare gli affreschi Sistini.

Condividi sui social:

Lascia un commento