Lunedì 4 Marzo 2024 - Anno XXII

Il Presepe subacqueo del Lago di Garda

peschiera-del-garda-presepe-subaqueo

Semplicemente poetico ed incantevole il Presepe Subacqueo a Peschiera del Garda

presepio-a-peschieraPer rivivere la magica atmosfera della Natività, oltre ad ammirare i diversi presepi che affollano le Chiese e altre locations delle nostre città, possiamo essere letteralmente rapiti dal luccichio che proviene dalle acque del Canale di Mezzo a Peschiera del Garda.
Nell’attraversare a piedi Ponte San Giovanni, possiamo sostare accanto alla balaustra del ponte ed osservare il Presepio Subacqueo costituito da 26 sculture metalliche rappresentanti le figure più importanti della scena della natività.
Il Presepe Sommerso è stato posizionato la prima volta nel 1980; ideato, progettato e realizzato dal Sub Club di Peschiera del Garda col supporto e la collaborazione del Comune della città, è oggi meta di turisti e di cittadini che ogni anno rinnovano la loro curiosità ed il loro entusiasmo per un continuo rinnovamento della scenografia che si adatta alle esigenze del futuro tecnologico.

lago-di-garda-presepeIl Presepe Subaqueo è visitabile dal 1° Dicembre fino al 6 Gennaio 2016, mentre il 24 Dicembre alle ore 18:00 vi sarà la posa, nella mangiatoia posta sul fondale del Canale di Mezzo, della statua del Bambin Gesù attraverso una cerimonia che vedrà impegnati diversi figuranti in costume di scena a cui farà seguito un carosello di barche tra cui l’imbarcazione che trasporterà la Sacra Famiglia. La suggestiva, quanto insolita scenografia, sarà affiancata da musiche a tema, canti natalizi, lampade, ceri e sopratutto dai  numerosi pesci che nuotano nelle cristalline acque del canale.

La novità di quest’anno consiste nella possibilità di ammirare il presepe giorno e notte attraverso effetti speciali dal proprio smartphone, semplicemente attivabili gratuitamente telefonando al  numero 324 6168219.
INFO: www.comune.peschieradelgarda.vr.it

LEGGI ANCHE  Nuove professioni: è boom di consulenti di viaggio
Condividi sui social:

Lascia un commento