Giovedì 25 Luglio 2024 - Anno XXII

Visita al Parco delle Cinque Terre a bordo di una bici elettrica

Cinque Terre Vigneti

Lo spettacolo delle Cinque Terre visto a bordo di una bicicletta a pedalata assistita. Concentrare le emozioni del paesaggio in assoluta libertà. A partire da San Valentino viene proposto un percorso su due ruote di 27 km che attraversa boschi di castagni, terrazzamenti, vigneti a picco sul mare. Visita e degustazione alla Cantina Sociale Cinque Terre

Cinque Terre

Le Cinque Terre sono considerate una delle più suggestive attrattive costiere italiane. Nei punti in cui il mare si insinua nella terra sorgono i borghi, snodati a seguire la naturale forma delle colline. Il Parco Nazionale e i borghi delle Cinque Terre, Patrimonio Mondiale dell’Unesco, si possono visitare e ammirare in diversi modi. Oggi è possibile farlo da un punto di osservazione insolito, quello del ciclista. E’ stato presentato un itinerario su due ruote attraverso terrazzamenti e vigneti a picco sul mare. Si pedala sul confine tra lo spazio coltivato e l’inizio del bosco. Qui si respira la vera essenza di questo luogo e dei suoi abitanti: pescatori, agricoltori e boscaioli; qui è possibile specchiarsi nella meraviglia del Mar Ligure e delle sue coste rocciose (visibili per quasi tutto l’itinerario). Un modo per comprendere la complessità di questo paesaggio umano e l’importanza di preservare questi luoghi.

Il Percorso in bicicletta

Cinque Terre Manarola
Cinque Terre, il borgo di Manarola a picco sul mare

Si parte da località Fossola (uscita della galleria Biassa, strada provinciale SP370 direzione Cinque Terre), la porta del Parco, si sale attraverso fitti boschi di castagni sin sul colle del Telegrafo, snodo escursionistico dove l’aria di mare arriva con forza e la macchia mediterranea inizia ad essere predominante. Da qui, attraverso paesaggi che tolgono il fiato per la loro bellezza è possibile raggiungere Volastra, splendido borgo circondato dai vigneti, con la sua cantina sociale. Dopo una degustazione dei vini della Cantina Sociale Cinque Terre (località Groppo) accompagnati da prodotti locali (focacce, torte salate, acciughe) si prosegue verso Manarola, dove è prevista una sosta libera di un’ora per visitare il borgo, pranzare e rilassarsi.
Nel pomeriggio l’itinerario si conclude con il rientro da Manarola a Fossola (luogo di partenza dove c’è un ampio parcheggio). Grazie alle e-bike, bici a pedalata assistita del Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano, che aiuteranno la pedalata in salita con batteria e motore elettrico, si potrà godere della bellezza del paesaggio e dei suoi sali scendi, scoprendo angoli particolari del paesaggio meno conosciuti.

LEGGI ANCHE  Primavera slow nel Parco del Delta del Po

Programma delle giornate e dettagli tecnici

Cinque Terre bici

Dopo la pedalata prevista per San Valentino, domenica 14 Febbraio, sono state programmate altre uscite in bicicletta a tema il 13 marzo “Verso la Primavera”; 10 aprile “In bici tra le fioriture del Parco Nazionale” (speciale workshop fotografico a pedali); 8 maggio “In bici tra i vigneti e il mare”.
Il percorso che si copre è di 27 Km a partire dalle 9.30 alle 16.30. L’intero percorso ha una difficoltà media e prevede la partecipazione di minimo 6 persone e massimo 14. Si parte dalla litoranea Fossola presso la sede del Corpo Forestale dello Stato e si ritorna dalla litoranea Monesteroli. Il punto di partenza è raggiungibile in auto, sulla strada litoranea delle 5 Terre tra La Spezia e Riomaggiore, poco prima del bivio per il paese di Riomaggiore dove c’è un parcheggio auto gratuito.

Percorso: litoranea Monesteroli – Biassa – Colle del Telegrafo – Volastra – cantina sociale Volastra – Manarola – Riomaggiore – litoranea Monesteroli.

Per partecipare la prenotazione è obbligatoria, almeno 2 giorni prima della partenza. Il costo è di € 40 per adulti e ragazzi fino a 12 anni, gratis fino a 3 anni, fino a 6 anni euro 24. L’importo è comprensivo di: noleggio e-bike, seggiolini, caschetti, assicurazione personale, servizio guida.

Per info e prenotazione: www.sigeric.it – info@sigeric.it – 0039.331 886 6241

Condividi sui social:

Lascia un commento