Lunedì 24 Gennaio 2022 - Anno XX
Il Palazzo Reale di Caserta voluto da Carlo III di Borbone

Il Palazzo Reale di Caserta voluto da Carlo III di Borbone

La dinastia Borbone e gli eredi per il Regno delle Due Sicilie

Nel referendum di 70 anni fa, gli italiani hanno votato per la Repubblica. Ma pare che qualcuno della dinasta Borbone non se ne sia accorto. C’è ancora chi aspira al trono di un Regno che non esiste più.

Borbone Analisi_stemma Regno delle Due Sicilie

Analisi dello stemma del Regno delle Due Sicilie

A costo di non farla dormire per svariate notti (certe preoccupazioni potrebbero generare fastidiosi incubi notturni), mondointasca.org, cinicamente, narra alla cortese aficiòn lettrice l’angosciante dramma umano (di cui al Corriere della Sera, del 5/6: “Il ramo italiano designa come aspirante al trono -di un regno inesistente- la primogenita femmina. L’ira dei cugini spagnoli”)  che sta sconvolgendo qualche ramo dei (più o meno) 238 della dinastia dei Borbone.
Prima di tutto il Corriere ‘dice’ che Filippo VI di Spagna, altro Borbone, “si tiene lontano dalla tenzone”, dopodiché (e vai con ‘sta intrigante saga, due palle…) c’era Carlo III (il famoso Re Architetto di Madrid, ndr) che secondo la Prammatica Sanzione (1759) disse che non andava bene che restassero unificate le corone di Spagna e delle Due Sicilie (da cui proveniva, e fu così che il Sud perse l’unico sovrano non coglione della sua sfigata storia) … e frattanto i Borbone continuavano a figliare (sul sullodato quotidiano milanese c’è un albero genealogico che con tutti quei rami sembra una giungla, fors’anche perché nelle vicende sex casato non praticavano la ben nota “marcia indietro” e tantomeno facevano ricorso al preservativo) e fu così che nella “Faida dei Borbone” (narrata dal Corriere) c’è un casino di nomi (titoli, onori, dignità, duchi & duchesse, leggi saliche, casati) che non si capisce una beata fava di niente e allora bastino tutti i nomi letti sul Corriere e scelga il lettore chi vuol far diventare (argomento del contendere) Re delle Due Sicilie (regno che ay ay ay, però, non c’è più). Carlo di Borbone delle Due Sicilie duca di Noto (c’è chi riesce a dirlo tutto d’un fiato) cugino di secondo grado di don Pedro di Borbone delle Due Sicilie, Infante di Spagna  – Francesco II – Infanta Maria de las Mercedes – Luigi XIV – Alfonso Maria Di Borbone – Maria Carolina (per ora) duchessa di Palermo (che però sarà pure investita del titolo di Duchessa di Calabria, meno male) – Filippo V – Maria Chiara duchessa di Capri (meglio avvertire il Peppino, ndr) – Alice di Borbone-Parma – Carlo di Borbone delle Due Sicilie (forse lo stesso Carlo di cui all’inizio elenco, ma a ‘sto punto si è perso il conto) un Borbone ma non un barbone avendo sposato, spiega il Corriere, l’ereditiera Camilla Crociani mamàn delle due suesposte duchessine (di Capri, Calabria e un altro po’ di località del sud, forse ci son dentro pure Alberobello e Grottammare… manca solo Fracazzo da Velletri ma si esclude che, almeno lui, appartenga ai Borbone …).

p.s.  … per la Serie: cara gent, siamo –oltretutto già a metà- nel 2016 … mica il caso di pensare a cose un filino più serie …???

© RIPRODUZIONE RISERVATA