Giovedì 18 Agosto 2022 - Anno XX
Lucera, anfiteatro Augusteo

Lucera, anfiteatro Augusteo

La Puglia tra i “Luoghi del cuore” premiati dal Fai

Il censimento nazionale “I Luoghi del Cuore”, promosso dal FAI in collaborazione con Intesa Sanpaolo, vede nei primi dieci due località della Puglia: Canosa per il ponte romano e Lucera per l’anfiteatro.

Luoghi dl cuore ponte-romano-sull'ofanto

Canosa, ponte romano sul fiume Ofanto

Il ponte romano sull’Ofanto e la casa di Piccinni, la dolina di Gurgo e l’anfiteatro di Lucera: una dichiarazione d’amore per i tesori di Puglia. Erano alcuni dei monumenti e dei  luoghi inseriti nel censimento del Fai, il Fondo per l’ambiente italiano, che anche per il 2017 ha chiesto ai cittadini di votare i propri “Luoghi del cuore”. E proprio la Puglia (con Lombardia, Veneto e Toscana) è stata una delle regioni più sensibili al censimento promosso dal Fai con Intesa San Paolo e dedicato quest’anno a Khaled al-Asaad, l’archeologo eroe di Palmira. Tra le prime dieci segnalazioni nella classifica nazionale ci sono due beni pugliesi: il ponte romano di Canosa, all’ottavo posto con 25.863 voti, e l’anfiteatro augusteo di Lucera decimo con 23.619. Quindi, luoghi da conoscere, da visitare; da inserire negli itinerari dei propri viaggi, nelle mete culturali. Due gioielli d’architettura della Roma imperiale e augustea. Per Canosa si è mobilitato un comitato già attivo nelle edizioni precedenti, mentre il gruppo che aveva segnalato nel 2014 l’abbazia di san Nicola a Casole (Lecce) fino a farle apporre il vincolo della Sovrintendenza, si è mosso stavolta per la cripta del Padre eterno di Otranto (17.863 voti). E c’è anche un piccolo record nazionale, visto che la filiale italiana di Intesa San Paolo che ha raccolto più voti è quella di San Donaci, nel Brindisino, che ha collaborato con il comitato attivo per il Tempietto di San Miserino, a cui sarà destinato un contributo di 5mila euro da legare a un progetto di tutela o valorizzazione.

Info: iluoghidelcuore.it/

© RIPRODUZIONE RISERVATA