Lunedì 24 Febbraio 2020 - Anno XVIII
A Camogli per il Festival della Comunicazione

A Camogli per il Festival della Comunicazione

Il quarto appuntamento con il Festival della Comunicazione è nel Levante ligure. Dal 4 al 10 settembre Camogli sarà punto di ritrovo e di incontro di studiosi, artisti, scienziati, uomini di cultura. Tema dell’edizione 2017 le “Connessioni”.

Camogli Festival della Comunicazione-(8)

Camogli

La cultura arriva nella Riviera del Levante ligure con più di 100 appuntamenti in quattro giorni. Camogli ospita per il quarto anno consecutivo da giovedì 7 a domenica 10 settembre il Festival della Comunicazione, ideato con Umberto Eco, è diretto da Rosangela Bonsignorio e Danco Singer. Tema dell’edizione 2017 le “Connessioni”. Incontri , laboratori, spettacoli, mostre – tutti gratuiti – con la partecipazione di oltre 130 esperti e studiosi di diverse generazioni e provenienti da molteplici ambiti del sapere. Alcuni nomi: gli scrittori Stefano Massini e Alessandro Piperno; gli storici Alessandro Barbero ed Ernesto Galli della Loggia; lo storico dell’arte Salvatore Settis; il divulgatore scientifico Piero Angela; lo psichiatra Paolo Crepet; i giornalisti Mario Calabresi, Aldo Cazzullo, Aldo Grasso e Gad Lerner. Parteciperanno anche il presidente del Senato della Repubblica Pietro Grasso; Monica Maggioni, presidente della Rai; Raffaele Cantone, presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione.

Camogli: Colazioni e Caffè

Camogli Festival-della-Comunicazione_laboratorio-di-pittura-(2)

Laboratorio di pittura

Oltre ai “tendoni culturali” di fronte al mare, per gli incontri, quest’anno a Camogli farà da sfondo al Festival anche il porto con le Colazioni. Si tratta di incontri che si svolgono di prima mattina, al tavolino di un bar di fronte a un cappuccino e a un croissant, il pubblico potrà dialogare in modo diretto con gli scrittori Andrea De Carlo e Alessia Gazzola. Per il rito quotidiano del  Caffè, il giornalista Massimo Gramellini porta a Camogli la sua “tazzina di parole”. Spettacoli anche nella suggestiva piazzetta del porto e al Teatro Sociale di Camogli, che ha riaperto dopo 40 anni.
Passeggiando per le vie della città, nei giorni del Festival si possono ammirare le fotografie della mostra “Fotografando il Festival” di Roberto Cotroneo.

Camogli: Cultura e rapporto con la natura

Camogli-foto-Massimo-Bisso_Festival-della-Comunicazione

Camogli (foto: Massimo Bisso)

Gli amanti della natura e della vita all’aria aperta e possono partecipare alle escursioni dell’Area Marina Protetta del Promontorio di Portofino e del Monte di Portofino. Optare per una gita in mare aperto per avvistare balene e delfini, o un’escursioni di notte in battello per osservare “Il cielo stellato sopra di me” con Giacomo Montanari dell’Università di Genova e Walter Riva, direttore dell’Osservatorio Astronomico del Righi. In collaborazione con l’Ente Parco di Portofino previste tre passeggiate all’interno del parco alla ricerca delle connessioni di cui il mondo della natura è ricco: la passeggiata filosofica “Il silenzio dei lecci e il frangersi del mare”, collegamenti tra la flora del parco e mito, letteratura e poesia; una gita serale alle Batterie “Il segreto del bosco incantato” per studiare da vicino il mondo dei pipistrelli; la camminata lungo l’anello alto del parco alla scoperta de “La rete della vita” che caratterizza questo ambiente.

Info e prenotazione: www.festivalcomunicazione.it – @FestivalComunicazione – Twitter: @FestivalCom

Leggi anche:

Arriva la Bandiera per i Comuni Ciclabili

Illegio racconta l’amore di coppia con la mostra Amanti

David Hockney a Ca’ Pesaro: ritorno al figurativo

© RIPRODUZIONE RISERVATA