Martedì 16 Aprile 2024 - Anno XXII

Senegal, pais de la Téranga interessato al mercato italiano

Pais de la Téranga Senegal-Dakar

Il mercato italiano al centro degli interessi turistici del Senegal. Presentati al TTG di Rimini le novità strutturali di un Senegal dinamico e all’avanguardia nei servizi turistici

Pais de la Téranga Mouhamadou-Bamba-Mbow-e-Mame-Mbaye-Niang
Mouhamadou Bamba Mbow Mame Mbaye Niang

Il popolo senegalese storicamente è accogliente, ospitale, pronto a condividere la propria tradizione e la propria cultura. Viene per questo definito Pais de la Téranga.
La piccola Repubblica del Senegal è una destinazione che fa sognare. Famosa per le bellezze naturali, per lo spirito artistico dei suoi abitanti, per la musica, per l’artigianato. Ma anche per i 700 km di spiagge coronate da palme, le foreste tropicali, la fauna. Senza non trascurare i siti Unesco, oltre a ciò che la capitale, Dakar, richiama alla mente. Ha ragione, il Senegal può essere considerato un paese moderno e dinamico. Dinamico come Mouhamadou Bamba Mbow, 34 anni, giovane direttore generale dell’Agenzia di Promozione Turistica, che insieme a Mame Mbaye Niang, da fine settembre nuovo ministro del Turismo, hanno presentato alla stampa e agli operatori presenti al TTG di Rimini, le novità sul piano turistico e infrastrutturale del Senegal.

Pais de la Téranga, moderno e accogliente

Pais de la Téranga Senegal-stand-TTG-2017
Lo stand del Senegal al TTG di Rimini

Un aspetto particolarmente sottolineato è quello di una nazione moderna, forte della cultura del “Baobab”. Il Senegal è leader del west Africa con le modernissime autostrade e la rete stradale, i suoi hub di collegamento aerei, navali e terrestri. Un Senegal all’avanguardia dotato di strutture extra lusso. Le rinomate spa, la night life della capitale, nei modernissimi e tecnologici locali notturni, e una elevata preparazione degli operatori turistici.

Dal 7 dicembre a Dakar sarà operativo il nuovo aeroporto con una capacità di oltre 3 milioni di passeggeri. Servirà da Hub principale per tutta l’ Africa Occidentale. Dakar può contare anche sui due nuovi aeroporti regionali Cap Skirring e Saint Louis, collegamenti navali con mezzi nuovissimi tra Dakar, Karabane e Cap Skirring. Oltre a una nuova linea di moderni autobus, climatizzati, che servono le città sia nei tratti urbani che extraurbani.
Il ministro e il direttore generale hanno messo in luce il particolare interesse per il mercato Italiano. Terzo per ordine di importanza considerando anche il continente Africa, ma secondo rispetto ai flussi europei  che, con 55.000 arrivi turistici, è subito dopo la Francia. Bamba Mbow ha concluso invitando a condividere la sua visione avveniristica della “Destinazione Senegal – Pays de la Téranga”.

LEGGI ANCHE  Saint Louis, tra il Sahel e l’Oceano
Leggi anche:

A Paestum per il ventennale della BMTA

Autunno nei boschi in compagnia dei Cervi

Castagne, tartufi e frutti di bosco per festeggiare l’autunno

Condividi sui social:

Lascia un commento